Archeologia: anfore e fossili scoperti nel Palermitano :ilSicilia.it
Palermo

erano pronti per il mercato nero

Archeologia: anfore e fossili scoperti nel Palermitano

10 Dicembre 2018

Due anfore puniche e resti di un fossile (presumibilmente appartenente alla famiglia dei delfini) sono stati trovati dalla guardia costiera a Porticello nel palermitano, pronti per essere venduti illegalmente.

I frammenti delle anfore saranno prese in consegna dalla soprintendenza del mare dell’assessorato regionale dei Beni Culturali e di Palermo per gli approfondimenti scientifici, mentre il resto del fossile di delfino sarà consegnato, per i successivi studi tecnici di settore, al museo di paleontologia e geologi Gemmellaro presso l’Università degli studi di Palermo.

“La Guardia Costiera – si legge in una nota – ricorda che in caso di rinvenimenti a mare di reperti archeologici si è invitati a prendere immediatamente contatto con gli Uffici marittimi locali per l’attivazione delle relative procedure di recupero e che anche la semplice asportazione per uso personale integra illecito sanzionato penalmente”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“C’è un Uomo Solo al Comando”

Atteso quanto diceva il buon Bracardi quando asseriva che “l’uomo è una bestia”, nella sua bestialità questi sbaglia sempre allo stesso modo, pertanto, la memoria non deve essere soltanto rancorosa, ma deve servire per capire e andare avanti per non commettere gli stessi errori. Il perdono è un'altra cosa.