Archeologia: anfore e fossili scoperti nel Palermitano :ilSicilia.it
Palermo

erano pronti per il mercato nero

Archeologia: anfore e fossili scoperti nel Palermitano

di
10 Dicembre 2018

Due anfore puniche e resti di un fossile (presumibilmente appartenente alla famiglia dei delfini) sono stati trovati dalla guardia costiera a Porticello nel palermitano, pronti per essere venduti illegalmente.

I frammenti delle anfore saranno prese in consegna dalla soprintendenza del mare dell’assessorato regionale dei Beni Culturali e di Palermo per gli approfondimenti scientifici, mentre il resto del fossile di delfino sarà consegnato, per i successivi studi tecnici di settore, al museo di paleontologia e geologi Gemmellaro presso l’Università degli studi di Palermo.

“La Guardia Costiera – si legge in una nota – ricorda che in caso di rinvenimenti a mare di reperti archeologici si è invitati a prendere immediatamente contatto con gli Uffici marittimi locali per l’attivazione delle relative procedure di recupero e che anche la semplice asportazione per uso personale integra illecito sanzionato penalmente”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.