Aree industriali, i sindacati dei regionali: "Musumeci e Turano intervengano sull'Irsap" :ilSicilia.it

In una lettera indirizzata al presidente

Aree industriali, i sindacati dei regionali: “Musumeci e Turano intervengano sull’Irsap”

di
18 Marzo 2019

In una lettera indirizzata al presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, e all’assessore regionale alle Attività Produttive, Mimmo Turano, i sindacati Cobas-Codir, Sadirs e Ugl chiedono un immediato intervento sulla grave situazione gestionale ed economico finanziaria in cui versa l’Irsap, l’ente regionale che si dovrebbe occupare di promuovere le attività produttive nell’ambito delle aree a ciò destinate.

Ma, scrivono i sindacati, “ormai da troppo tempo si assiste allo stato di completo abbandono delle aree industriali che una volta erano affidate agli ex Consorzi ASI ed oggi all’Istituto Regionale per lo Sviluppo delle Attività Produttive, costituito con la legge 8 del 2012”.

L’Ente – denunciano i sindacalisti Marcello Minio, Dario Matranga e Bernardo Scaturro del Cobas-Codir, che hanno promosso l’attività di denuncia della situazione – è lasciato in stato di gravi condizioni organizzative ed economiche con interi plessi in stato di abbandono; a distanza di oltre sette anni dall’istituzione dell’ente non vi è neanche una governance stabile trovandosi ancora in regime commissariale”.

Il sindacato evidenzia come, oltre a uno stato di confusione sulle competenze di questo nuovo ente, ci si trovi anche davanti alla progressiva riduzione del contributo di funzionamento, rendendo quasi impossibile fare fronte alla gestione ordinaria, alle manutenzioni dei plessi, alle spese del personale e delle stesse utenze e infine al buon andamento dell’azione dell’Ente in favore delle imprese siciliane.

Concludendo i sindacalisti del Cobas-Codir: “A distanza di un anno, dal 15 marzo 2018, data in cui il presidente Nello Musumeci denunciava che l’Irsap fosse solo uno stipendificio ( ironia della sorte proprio davanti a quegli stessi industriali che hanno gestito attraverso propri uomini e donne la politica industriale dei governi regionali, rendendosi compartecipi dell’attuale situazione di sfascio), chiediamo al governo regionale di adottare al più presto le soluzioni politiche che possano dare una svolta alla grave situazione gestionale ed economico-finanziaria dell’Irsap , facendo chiarezza con atti concreti, al fine di  restituire opportunità serie alle imprese e al personale dell’IRSAP e assicurando un futuro certo nell’interesse dell’economia e del lavoro nella nostra isola”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

“La casa di carta”, da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin