Armao si difende dal fuoco amico: "Piena sintonia con Berlusconi e il collegato lo dimostra" | VIDEO :ilSicilia.it

Dopo le accuse fatte da Forza Italia

Armao si difende dal fuoco amico: “Piena sintonia con Berlusconi e il collegato lo dimostra” | VIDEO

di
16 Luglio 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

La poltrona dell’assessorato all’Economia, in cui vede in sella il vicepresidente Gaetano Armao, rimane fissa e stabile, almeno per il diretto interessato. La maggioranza che in questi mesi non è stata una delle protagoniste in aula, durante varie argomentazioni politiche, arriva attraverso il ‘Collegato’, la mini-manovra finanziaria che sta tanto a cuore ad Armao.

E se pezzi del gruppo parlamentare del suo partito, Forza Italia, hanno chiesto incessantemente la sua testa, politicamente parlando, stando alle parole di Armao, ha un ampio sostegno dei vertici nazionali degli azzurri. Il politically correct dell’assessore , nei confronti di chi ha usato parole e toni aspri in queste settimane in merito al suo operato rimane invariato e dice: “Provo molto amarezza per delle affermazioni pubbliche contro di me, da parte di esponenti politici. Come è noto, io non ho mai replicato perché non è nel mio stile. I risultati credo che parlino. Gli attacchi  in aula, dell’onorevole Milazzo, in merito al Collegato, credo che si mal conciliano con l’approvazione dello stesso, ricevendo una ampia maggioranza da parte dei deputati”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.