Arresti nel Clan Madonia, facevano assumere guardiani per evitare furti | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Caltanissetta

Operazione Ps Caltanissetta e Cc di Ragusa contro a Niscemi ed Acate

Arresti nel Clan Madonia, facevano assumere guardiani per evitare furti

6 Dicembre 2016

Sette pregiudicati di Niscemi sono stati arrestati dopo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Catania con l’accusa accusati di associazione mafiosa ed estorsioni aggravate dalle modalità mafiose.

La Polizia di Stato di Caltanissetta in collaborazione con i Carabinieri di Ragusa, su delega della Direzione distrettuale Antimafia della Procura di Catania hanno accertato che i 7 appartengono al clan Madonia di Cosa Nostra, famiglia di Niscemi. Le indagini hanno permesso di far luce sul fenomeno della “Guardiania” nei confronti dei titolari di aziende agricole di Acate (RG) e Niscemi (CL), ai quali veniva imposta l’assunzione, con mansioni di guardiani, di appartenenti al clan.

A loro volta i finti guardiani assicuravano alle ignare vittime che non avrebbero più subito furti e danneggiamenti che si verificavano prima della loro assunzione, grazie al controllo di tutte le attività criminali svolte nel territorio ove erano ubicate le aziende.

Ai guardiani assunti venivano corrisposte somme in denaro, pari a mille euro al mese, o prodotti agricoli. Gli episodi estorsivi contestati nel provvedimento cautelare sono sei, relativi ad un arco temporale molto ampio, compreso tra l’anno 2001 e l’anno 2015.

Conferenza stampa in Questura a Catania alle ore 11,30.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.