Arriva il convegno “Palermo: tra diritto sportivo, FIGC e rinascita” :ilSicilia.it
Palermo

Lunedì 21 ottobre alle 16:00

Arriva il convegno “Palermo: tra diritto sportivo, FIGC e rinascita”

di
19 Ottobre 2019

L’associazione studentesca Foro di Giurisprudenza ha organizzato per lunedì 21 ottobre alle ore 16:00 presso l’Aula Magna dell’ex Convento dei Padri Teatini in via Maqueda, 172 (ex facoltà di Giurisprudenza) un convegno dal titolo: “Palermo: tra diritto sportivo, FIGC e rinascita”.

L’incontro, che sarà moderato da Emanuele Vella, Presidente dell’Associazione Foro di Giurisprudenza, avrà come relatori il prof. Mario Serio, docente di Diritto Privato comparato, già Presidente di sezione della Corte federale – FIGC nonché membro del Committee of legal affairs della Fifa, il giornalista Maurizio Scaglione, direttore editoriale de ilSicilia.it e il presidente della neonata SSD Palermo Dario Mirri.

Emanuele Vella, Foro di Giurisprudenza
Emanuele Vella, Foro di Giurisprudenza

L’incontro tratterà il tema delle controversie dinamiche che hanno visto protagonista nei mesi passati il Palermo Calcio, fino ad arrivare alla ripartenza dalla serie D con la nascita della nuova società. “Il caso è noto tra l’opinione pubblica – afferma Emanuele Vellaper l’escalation di eventi che hanno condotto ad una estate densa di novità: la nuova squadra, un ritiro alternativo sulle Madonie nel paese di Petralia Sottana, un’innovativa apertura alle istanze dei tifosi con il sondaggio per la scelta della nuova maglia con l’obiettivo di risvegliare l’appartenenza ai colori rosanero e l’orgoglio del popolo palermitano che ha risposto battendo il record di abbonamenti mai sottoscritti per un campionato di serie D. Abbiamo scelto di invitare il Presidente Mirri per parlare della sua esperienza di imprenditore palermitano in una prospettiva di confronto con gli studenti sulla nuova realtà del Palermo in un dibattito tra sport, diritto e speranza, in un contesto talvolta troppo arido per i giovani siciliani.

Innegabile il legame tra Università e sport – aggiunge Marco Culmone, rappresentante degli studenti di Giurisprudenza – valorizzato anche dalla nostra Università di Palermo che investe sul Centro Universitario Sportivo e che recentemente ha riconosciuto la figura dello studente-atleta, attraverso l’attribuzione di una serie di agevolazioni per i colleghi che svolgono attività fisiche ad elevato livello agonistico. Inoltre, non si può non parlare dell’importanza economico-sociale dello sport che oggi è fonte del 3% del PIL italiano; un settore in crescita che vede coinvolte sempre più figure professionali. Lo scopo dell’incontro è anche di rendere note quelle opportunità che offre il settore del diritto sportivo spesso ignorate. Per questo abbiamo deciso di raccontare la nuova realtà della SSD Palermo che ha già destato curiosità con l’investimento nel moderno eSports e soprattutto nel settore del calcio femminile, ponendosi come esempio di novità sociale ma al contempo baluardo dell’antica tradizione del calcio ai cui i palermitani sono romanticamente affezionati.”

Attorno ad un tema obnubilato dalle incertezze dei fatti recenti, gli studenti di Giurisprudenza potranno confrontarsi direttamente con importanti esperti in materia grazie al contributo del racconto in prima persona del presidente della SSD Palermo e di due tecnici del diritto sportivo e del giornalismo.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.