Arriva la decisione del Consiglio di Stato, ripristinata la scorta ad Ingroia :ilSicilia.it

IL COMMENTO DELL'EX MAGISTRATO

Arriva la decisione del Consiglio di Stato, ripristinata la scorta ad Ingroia

22 Febbraio 2020

Ieri il Consiglio di Stato per la seconda volta ha ordinato che mi venisse ripristinata la scorta che il ministero dell’Interno retto dall’allora ministro Minniti del Pd di Renzi e Napolitano e subito dopo dal ministro Salvini mi avevano tolto. Per la seconda volta la magistratura mi restituisce ciò che la politica di sinistra prima e di destra poi mi ha tolto, e cioè il riconoscimento del lavoro che ho svolto e svolgo, da più di 30 anni ormai, contro poteri criminali di ogni tipo, mafiosi e di Stato, e dei rischi che ho corso e corro tuttora“.

Questo è il duro dell’avvocato, nonché ex magistrato, Antonio Ingroia.

E’ indicativo – aggiunge – che il Consiglio di Stato per la seconda volta lo abbia riconosciuto con questa Ordinanza emessa lo stesso giorno in cui davanti alla Corte d’Assise di Reggio Calabria come avvocato di parte civile dei carabinieri Fava e Garofalo, uccisi dalla mafia, ho interrogato il capomafia e pluriergastolano Giuseppe Graviano già condannato – fra l’altro – per l’omicidio di Padre Puglisi e per le stragi di Palermo, Roma, Firenze e Milano“.

Ebbene, dopo aver subìto nel primo anno senza scorta un’intrusione nella mia abitazione romana e anche un incendio doloso, questa odierna decisione del Consiglio di Stato con cui ha ordinato l’immediato ripristino della scorta, io e la mia famiglia ci chiediamo cosa farà questa volta la politica? Cosa farà il ministero dell’Interno di questo “nuovo” Governo attraverso la sua commissione dell’UCIS che già per ben 2 volte mi ha tolto ogni protezione? La politica in Italia pare debba sempre avere l’ultima voce in capitolo e intanto la prima Ordinanza del Consiglio di Stato è stata ‘totalmente’ ignorata“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona