Arriva l'esercito all'hotspot di Lampedusa, i Vigili del fuoco: "Potenziare l'organico" :ilSicilia.it
Agrigento

il fatto

Arriva l’esercito all’hotspot di Lampedusa, i Vigili del fuoco: “Potenziare l’organico”

di
25 Agosto 2020

“Dobbiamo affrontare tantissimi problemi. Continua ad esserci vento per cui la nave Aurelia non può attaccare, quindi o lo farà stasera sul tardi o domanti mattina. Ieri è arrivato l’esercito per controllare chi scappa dal centro”, ha dichiarato il Sindaco di Lampedusa Totò Martello intervenuto ai microfoni de ‘L’Italia s’è Desta’.
Qualcuno, nei giorni scorsi – ha aggiunto – è uscito dal centro di accoglienza, ma possono stare tutti tranquilli perchè coloro i quali hanno mostrato sintomi da Covid sono stati rigorosamente controllati ed isolati dai migranti in un edificio apposito”.

“Potenziare l’organico dei vigili del fuoco in servizio a Lampedusa per consentire la formazione e la gestione del presidio nell’hotspot 24 ore su 24“. A chiederlo è  invece la segreteria nazionale della Uil Pa dei Vigili del Fuoco che ha inviato una nota al sottosegretario all’interno Carlo Sibilia, al Capo Dipartimento Salvatore Mulas, al Capo del Corpo dei Vigili del Fuoco Fabio Dattilo e all’ufficio relazioni Sindacali Silvana Lanza Bucceri.

Il sindacato, in virtù dell’aumento di presenze di immigrati all’interno dell’hotspot, ha sottolineato come “il dispositivo di tre unità risulta insufficiente tanto da preoccupare notevolmente il personale in servizio che chiede una integrazione di unità operative in modo da poter far fronte a qualsiasi intervento di soccorso con una squadra di almeno cinque unità”.

Per il segretario provinciale Uil Pa vigili del fuoco Antonio Di Malta: “Dopo 20 anni di emergenze assistiamo increduli a iniziative a dir poco irresponsabili, di fatti ci troviamo a dover fronteggiare il servizio presso hot spot di Lampedusa con operatori sanitari che non rispettano le procedure normative in tema di vestizione e decontaminazione il tutto davanti gli occhi di tutti senza alcuna struttura isolata senza rispettare le distanze minime ma a stretto contatto con i vigili del fuoco o passanti nello spazio adiacente ai cancelli dell’hot spotquello spazio è diventato un mercato abusivo, chi staziona autovetture con divieti di sosta, chi si sveste, chi si decontamina, immigrati che vi stazionano il tutto in barba alle normative. Chiediamo di mettere ordine a salvaguardia della salute del personale vvf ma soprattutto ordine alla viabilità dove automezzi e motorini in divieto di accesso in caso di incendio e intervento ostacolerebbero il passaggio dei mezzi dei vigili del fuoco”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.