Ars: approvati tre articoli del 'Collegato', via libera alle incompiute in Sicilia :ilSicilia.it

I deputati in aula a Sala d'Ercole

Ars: approvati tre articoli del ‘Collegato’, via libera alle incompiute in Sicilia

2 Luglio 2019

L’approvazione del ‘collegato’ all’ARS va a rilento. Quest’oggi in Aula, dopo aver votato positivamente il rendiconto generale dell’Assemblea, sono stati approvati tre articoli (10, 13, 16) in merito al ddl, discusso dai deputati regionali a Palazzo dei Normanni.

L’articolo 10 dice che, alle organizzazioni iscritti all’albo degli intermediari finanziari non si applichi più una norma del 2005. Quindi non sarà più presente negli organi di controllo un rappresentante della Regione.

L’articolo 13,  riguarda le opere incompiute per cause naturali ed interventi in merito ad impianti sportivi. I comuni pare che possano spendere i soldi che erano destinati alle incompiute, appunto, per cause naturali. A questo scenario, la Regione dovrebbe impiegare le proprie risorse attraverso il piano operativo complementare per l’impiantistica sportiva ad altri interventi purché riguardanti lo sport.

L’articolo 16 si occupa  della spesa e compensi dell’Oiv (Organismo Indipendente di valutazione).

Mentre, l’articolo 11 che riguarda la ricognizione del patrimonio immobiliare della Regione, è stato  riinviato alla commissione bilancio, per essere nuovamente discusso.

Il deputato Nuccio Di Paola del Movimento 5 stelle rivolgendosi all’Assessore al Bilancio, Armao, ha dichiarato: “Questo articolo prevede la ricognizione straordinaria della situazione patrimoniale della regione. Ce lo chiede anche la Corte dei Conti. Ma il dossier fatto nel 2009 per quanto riguarda la situazione patrimoniale, dove la Regione ha speso 91 milioni di euro, che fine ha fatto? E’ stato creato un server utile per la ricognizione. Ora volevo capire se questo server, è stato in qualche modo consultato da parte di funzionari e dipendenti”.

Non si lascia attendere la risposta di Armao: “Non abbiamo certezza del tempo che ci vorrà per avere accesso al server. È mia responsabilità che si arrivi a una soluzione di questa vicenda giudiziaria nel più breve tempo possibile. Il rischio nel frattempo è che si allunghino i tempi per realizzare un adempimento che è previsto dalla legge sulla contabilità pubblica e che ci chiede anche la Corte dei conti”.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.