17 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.29

I deputati in aula a Sala d'Ercole

Ars: approvati tre articoli del ‘Collegato’, via libera alle incompiute in Sicilia

2 Luglio 2019

L’approvazione del ‘collegato’ all’ARS va a rilento. Quest’oggi in Aula, dopo aver votato positivamente il rendiconto generale dell’Assemblea, sono stati approvati tre articoli (10, 13, 16) in merito al ddl, discusso dai deputati regionali a Palazzo dei Normanni.

L’articolo 10 dice che, alle organizzazioni iscritti all’albo degli intermediari finanziari non si applichi più una norma del 2005. Quindi non sarà più presente negli organi di controllo un rappresentante della Regione.

L’articolo 13,  riguarda le opere incompiute per cause naturali ed interventi in merito ad impianti sportivi. I comuni pare che possano spendere i soldi che erano destinati alle incompiute, appunto, per cause naturali. A questo scenario, la Regione dovrebbe impiegare le proprie risorse attraverso il piano operativo complementare per l’impiantistica sportiva ad altri interventi purché riguardanti lo sport.

L’articolo 16 si occupa  della spesa e compensi dell’Oiv (Organismo Indipendente di valutazione).

Mentre, l’articolo 11 che riguarda la ricognizione del patrimonio immobiliare della Regione, è stato  riinviato alla commissione bilancio, per essere nuovamente discusso.

Il deputato Nuccio Di Paola del Movimento 5 stelle rivolgendosi all’Assessore al Bilancio, Armao, ha dichiarato: “Questo articolo prevede la ricognizione straordinaria della situazione patrimoniale della regione. Ce lo chiede anche la Corte dei Conti. Ma il dossier fatto nel 2009 per quanto riguarda la situazione patrimoniale, dove la Regione ha speso 91 milioni di euro, che fine ha fatto? E’ stato creato un server utile per la ricognizione. Ora volevo capire se questo server, è stato in qualche modo consultato da parte di funzionari e dipendenti”.

Non si lascia attendere la risposta di Armao: “Non abbiamo certezza del tempo che ci vorrà per avere accesso al server. È mia responsabilità che si arrivi a una soluzione di questa vicenda giudiziaria nel più breve tempo possibile. Il rischio nel frattempo è che si allunghino i tempi per realizzare un adempimento che è previsto dalla legge sulla contabilità pubblica e che ci chiede anche la Corte dei conti”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.