Ars, Aricò: "Da opposizione non ci aspettiamo scontro e ostruzionismo" :ilSicilia.it

le parole del capogruppo di Diventerà Bellissima

Ars, Aricò: “Da opposizione non ci aspettiamo scontro e ostruzionismo”

13 Settembre 2019

Il capogruppo di Diventerà Bellissima, Alessandro Aricò manda un messaggio chiaro e netto a tutti i deputati dell’Ars. Una dichiarazione che vuole esprimere chiarezza e coerenza all’interno di Palazzo dei Normanni. Il deputato regionale da un lato cerca di serrare le fila principalmente nella sua maggioranza di governo, la quale è in affanno da molto tempo, dall’altro richiama alla responsabilità politica i gruppi parlamentari dell’opposizione nei confronti dei siciliani.

Tutti i deputati dell’Ars, nessuno escluso, hanno ricevuto un chiaro mandato dai siciliani: produrre norme e provvedimenti per il rilancio della nostra Regione. Seppur su posizioni diverse, – sottolinea Aricò – sia la coalizione di governo che le opposizioni devono contribuire affinché ciò avvenga nel miglior modo e nel più breve tempo possibile. La dialettica politica è il sale della democrazia, ma guai a trasformare il confronto in scontro, secondo una logica del “tanto peggio tanto meglio” che sarebbe deleteria per la Sicilia e i siciliani. Noi ribadiamo la nostra disponibilità a un leale confronto, tuttavia sia chiaro a tutti: i disfattisti, i fautori dello scontro a tutti i costi ed i politicamente codardi “abusatori” del voto segreto in aula sono nemici della Sicilia, e delle loro azioni risponderanno ai siciliani”. 

Il capogruppo all’Ars di Diventerà Bellissima, aggiunge anche che: “Dalle opposizioni ci aspetteremmo proposte costruttive invece che veti pregiudiziali e dannosi ostruzionismi, così come confidiamo nella tenuta della coesione all’interno della maggioranza. Nel primo anno e mezzo di governo Musumeci l’Ars ha già approvato alcune riforme molto attese, ad esempio quelle della burocrazia e degli appalti, ma è innegabile che in questo attuale clima si rischia una situazione di prolungato stallo che nessuno di noi può permettersi”.

“Pertanto, – conclude Aricò – sia nelle Commissioni di merito che in aula confidiamo in un confronto leale e veloce sul Collegato, in modo da poterci dedicare subito dopo all’approvazione del bilancio, della finanziaria e delle altre riforme, in testa quella dei rifiuti relativa a un settore nel quale- grazie al governo Musumeci- la percentuale di raccolta differenziata è già aumentata di ben 17 punti”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.