Ars, arriva in Aula la mozione di sfiducia all'assessore Scavone. Colpi di coda a Palazzo dei Normanni :ilSicilia.it

lavori a sala d'ercole

Ars, arriva in Aula la mozione di sfiducia all’assessore Scavone. Colpi di coda a Palazzo dei Normanni

di
26 Maggio 2020

Una seduta d’Aula rovente si appresta oggi a Palazzo dei Normanni. All’ordine del giorno la mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore alla Famiglia Antonio Scavone. Dopo i saluti formali che andranno fatti al neo assessore ai Beni Culturali Albertò Samona, le opposizioni e pezzi di maggioranza chiedono conto e ragione delle falle che si sono create per il pagamento della cassa integrazione.

A pagarne le spese al posto dell’assessore, il dirigente generale Giovanni Vindigni, che ha rassegnato le dimissioni dalla carica. La decisione è arrivata dopo un colloquio riservato con il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che, d’intesa con l’assessore Antonio Scavone, le ha accolte. Affidato l’incarico ad interim al ragioniere generale Giovanni Bologna, che si è già insediato. Di questo patatrac attraverso una conferenza stampa si è assunto ogni responsabilità politica il governatore Musumeci.

Numerosi sono i nodi da sciogliere oggi a Palazzo dei Normanni e potrebbe esserci qualche colpo di scena. Cosa faranno i 5 stelle dissidenti quest’oggi? La componente che a breve creerà un gruppo parlamentare filo governativo potrebbe dare un colpo di coda all’assessore Scavone, e forse non saranno i soli poichè l’Aula si avvallerà del voto segreto.

In questo clima di fuoco, ecco che in settimana dovrebbero solidificarsi i nomi dei nuovi dirigenti generali. La giunta pare aver trovato una quadra in merito alla situazione. Ignazio Tozzo dovrebbe andare all’assessorato alla Economia, mentre Giovanni Bologna dovrebbe arrivare al dipartimento al Lavoro. Benedetto Mineo potrebbe essere il papabile che andrà a sedere nella poltrona di dipartimento ed economia. Anche se Musumeci vorrebbe qualche esterno: uno dei nomi più in voga a Palazzo d’Orleans è quello di Federico Lasco.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.