Ars bloccata, servono troppi soldi per il collegato alla finanziaria :ilSicilia.it

Sconosciuta la data della prossima seduta

Ars bloccata, servono troppi soldi per il “collegato” alla Finanziaria

di
10 Aprile 2019

“L’Assemblea Regionale siciliana terrà seduta in data da destinarsi”: questa la frase che campeggia sul sito ufficiale dell’Ars alla voce delle dirette delle sedute di Sala d’Ercole. E in effetti non si ha ancora notizia di quando sarà la prossima riunione dei deputati regionali.

Da diversi giorni l’Aula sembra essersi impantanata, tanto che ancora non è nemmeno certa la data in cui si riunirà la conferenza dei capigruppo, l’organo interno a Sala d’Ercole deputato a stabilire il calendario dei lavori. Quest’ultima potrebbe essere chiamata a decidere già oggi 10 aprile la data della prossima riunione, ma non è escluso che la deliberazione possa essere rinviata di qualche giorno.

In Aula si attende l’approdo del primo dei quattro collegati alla finanziaria. Il ddl sarebbe pronto, dopo che in commissione Bilancio si è battagliato per settimane. Adesso, però, si starebbe ponendo un problema di carattere meramente finanziario. Se si dovessero sbloccare i trenta milioni del ddl, infatti, si rischierebbe di rimanere a secco e di non poter fare fronte a eventuali emergenze.

Ecco che dunque si attende il via libera da Roma per spalmare su un mutuo trentennale 540 milioni dei 2,1 miliardi di disavanzo maturato dalla Regione tra il 2015 e il 2017. Si sbloccherebbero, così, per l’anno in corso, 291 milioni. Si riuscirà a far passare senza colpo ferire i termini per l’impugnativa? Per saperlo occorrerà attendere tra Pasqua e il primo maggio. Nel frattempo “L’Assemblea Regionale siciliana terrà seduta in data da destinarsi”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.