Ars, Ddl di Forza Italia sul riconoscimento degli oratori. Ternullo prima firmataria :ilSicilia.it

le parole della deputata zzurra

Ars, Ddl di Forza Italia sul riconoscimento degli oratori. Ternullo prima firmataria

di
28 Dicembre 2020

Il gruppo parlamentare all’Ars di Forza Italia ha presentato un Ddl, che mi vede prima firmataria, sul riconoscimento del valore sociale ed educativo degli oratori. Il disegno di legge intende riconoscere il ruolo educativo, formativo, aggregativo e sociale svolto nella comunità, dalle parrocchie, dagli istituti religiosi cattolici e dagli oratori appartenenti a specifiche associazioni nazionali, da soggetti appartenenti alle altre confessioni religiose”. Spiega così la deputata azzurra, Daniela Ternullo, la necessità del Ddl presentato il 23 dicembre scorso.

L’iniziativa di legge, infatti, riconosce che gli oratori integrano l’attività educativa della famiglia e sono finalizzati alla realizzazione personale e alla socializzazione dei minori, adolescenti e giovani; promuovono l’inclusione sociale, la diffusione della pratica sportiva e di stili di vita sani, della cultura della solidarietà, della tolleranza, della legalità, della partecipazione consapevole alla vita politica, sociale, culturale ed economica, promuovendo esperienze formative ed educative collegate ai temi della mondializzazione, della pace e dell’incontro interculturale con il fine di offrire un’opportunità educativa anche nelle situazioni di disagio minorile.

Con questo nostro Ddl – spiega ancora Daniela Ternullo – viene riconosciuta la titolarità della Regione Ecclesiastica Sicilia ad essere consultata in fase di elaborazione delle linee di programmazione regionale degli interventi nelle aree dei minori, degli adolescenti e dei giovani e a far parte di commissioni consultive ed organismi regionali che hanno competenze in questi ambiti”.

Per raggiungere questo scopo, la Regione Siciliana stipulerà appositi protocolli di intesa con la Regione Ecclesiastica Sicilia anche per concordare altre forme di collaborazione ritenute utili a favorire ulteriori processi di sviluppo, nonché con i singoli enti di culto con cui lo Stato ha stipulato un’intesa riconosciuta dalla Costituzione.

Le parrocchie, gli Istituti religiosi cattolici e gli oratori appartenenti a specifiche associazioni nazionali, nonché gli enti delle altre confessioni religiose – conclude la deputata azzurra – potranno presentare individualmente o in collaborazione, entro il 31 gennaio di ogni anno, i progetti concernenti le attività di educazione, formazione, socializzazione, solidarietà e iniziative culturali. Rientra inoltre nella programmazione degli interventi la concessione in comodato d’uso gratuito dei beni immobili di proprietà della regione o degli enti locali, nonché di quei beni confiscati alla criminalità organizzata”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.