Ars, finalmente in Aula arrivano Bilancio e Finanziaria :ilSicilia.it

si accelera per evitare l'esercizio provvisorio

Ars, finalmente in Aula arrivano Bilancio e Finanziaria

di
31 Gennaio 2019

Sono stati incardinati all’Ars il bilancio e la Finanziaria. Si procederà, prima, con il bilancio, a partire da venerdì 1 febbraio, per il quale sarà possibile presentare gli emendamenti a mezzogiorno. L’Aula, invece, è convocata per le ore 16 dello stesso giorno, con all’ordine del giorno, l’esame del bilancio e del bilancio interno dell’Ars.

Si dovrà attendere un po’ di più per la Finanziaria. Gli emendamenti alla Legge di stabilità dovranno essere presentati entro mercoledì 6 febbraio. Non è ancora noto, invece, quando si inizierà l’esame in aula del ddl.

Sempre nella giornata di oggi si erano susseguite polemiche in seguito alle accuse del Pd di tagli eccessivi al Bilancio da parte del governo e di paventato shutdown, con la replica dell’assessore Armao, che aveva negato questa possibilità e riaffermato la convinzione che evitare la proroga dell’esercizio provvisorio fosse verificabile.

Il Pd ha invece ribadito la propria posizione: “Con il rinvio a domani dell’esame del Bilancio – scrivono i dem, dalla mezzanotte la Sicilia sarà ufficialmente in “gestione provvisoria, ex decreto legislativo 23 giugno 2011 n. 118“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per