Ars, fuoco amico contro Armao e la rimodulazione dei fondi Poc :ilSicilia.it

lavori a sala d'Ercole

Ars, fuoco amico contro Armao e la rimodulazione dei fondi Poc

di
24 Giugno 2020

Una seduta d’Aula frizzante per l’assessore al bilancio Gaetano Armao. Numerose sono state le accuse rivolte in merito al suo operato a metà legislatura del governo Musumeci.

Oggi tema del giorno sono stati i fondi Poc. Oltre all’opposizione, da cui ci si poteva aspettare battaglia, oggi hanno puntato il dito contro l’assessore all’Economia i deputati regionali dell’Udc Vincenzo Figuccia e Danilo Lo Giudice.

La finanziaria regionale è diventata un’Araba fenice. Tutti sanno che esiste, ma nessuno ne vede gli effetti. Oltre un miliardo e mezzo di fondi non trovano ancora attuazione per l’inerzia che dura da circa due mesi. Vogliamo sapere di chi è la colpa, governo regionale o nazionale, se le risorse stanziate nella legge di stabilità non arrivano alle imprese, ai comuni, ai lavoratori stagionali, ai sanitari che hanno affrontato il covid-19 ed ai professionisti. Basta con le prese in giro, qualcuno si assuma la responsabilità”, sottolineano Vincenzo Figuccia e Danilo Lo Giudice, che oggi hanno indetto una conferenza stampa sulla rimodulazione proprio dei fondi Poc.

Ci risulta – continuano – che finora ci siano state solo interlocuzioni con Roma, ma mancano le carte e gli atti propedeutici per la rimodulazione dei fondi Poc che deve essere autorizzata prima dal ministero della Coesione e poi, con una delibera, dal Cipe. È il caso di chiedere conto sulla sua azione all’assessore all’Economia Armao. L’esponente del governo regionale non può continuare con la “melina” sul tema”.

“Servono fatti – aggiungono Figuccia e Lo Giudice – che finora non ci sono stati. Il mondo produttivo siciliano e settori come il turismo, in particolare, non possono aspettare ancora mesi per gli aiuti finanziari previsti nella legge di stabilità regionale. Continuando così, tante attività economiche non supereranno l’estate e saranno costrette a chiudere”. I due deputati dell’Udc, che hanno presentato anche un’interrogazione parlamentare sui fondi Poc, hanno puntato il dito anche sulla spesa di questi fondi con nessun progetto, prima del Covid-19, giunto alla liquidazione”. 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.