Ars, giovani e istituzioni. Arrivano a Sala d'Ercole i "baby onorevoli" :ilSicilia.it

L'iniziativa del M5S

Ars, giovani e istituzioni. Arrivano a Sala d’Ercole i “baby onorevoli”

11 Ottobre 2019

Nel vedere tutti i giovani cittadini presenti oggi in aula, ho davanti a me l’immagine di una Sicilia meravigliosa, che deve sicuramente crescere e che può crescere grazie all’aiuto di tutti. L’Ars ospita giovani siciliani che amano la Sicilia e che grazie a questa esperienza hanno compreso ancora più fondo il ruolo del cittadino e il ruolo delle istituzioni”.

E’ quanto ha dichiarato la deputata regionale del Movimento 5 Stelle Elena Pagana, promotrice dell’iniziativa #Giovanistituzioni che ha consentito agli alunni di numerose scolaresche siciliane di vestire i panni dei deputati per un giorno, di presentare disegni di legge, discutere, votarli e approvarli nella sede del Parlamento Siciliano. Oggi il progetto è arrivato alla fase finale all’Ars, con la presentazione alla stampa e ad una rappresentanza di scuole isolane della “Gazzetta Ufficiale delle Giovani Istituzioni”, la raccolta dei disegni di legge da loro presentati e discussi.

Presenti a Sala d’Ercole 96 studenti 5 scuole primarie e secondarie di I grado ovvero la Direzione didattica Statale Borgo di Troina (En), l’.IC. Marineo- Bolognetta Mario Francese (PA); la direzione Didattica Casteldaccia (PA); l’I.C. Dante Alighieri Nissoria (En) e l’I.C. Galilei Mazzini di Grammichele (CT).

Complessivamente il progetto ha coinvolto 400 alunni provenienti da tutta la Sicilia. Presenti all’incontro anche gli esponenti del governo regionale tra i quali l’assessore all’istruzione e alla formazione Roberto Lagalla. Gli studenti hanno prodotto disegni di legge relativi alla tutela e valorizzazione del territorio, contrasto al cyberbullismo, la rinascita dei piccoli centri del Mezzogiorno o ancora il contrasto all’utilizzo dei monouso in plastica.

“Non posso nascondere la mia emozione nel sentire Sala d’Ercole risuonare delle voci di questi ragazzi che oggi hanno avuto un ruolo importantissimo. Spero vivamente che con ‘Giovani istituzioni’ i nostri ragazzi siano diventati più consapevoli rispetto alle loro responsabilità e alle funzioni che hanno a vario titolo le istituzioni e le autorità. Ringrazio per il loro prezioso apporto il presidente dell’Ars, Gianfranco Micciché e il direttore della Fondazione Federico II, Patrizia Monterosso, che hanno reso possibile questo progetto”.

L’iniziativa è stata di fatto accolta con concreto interesse dalla fondazione Federico II e dalla presidenza dell’assemblea Regionale Siciliana che oggi hanno espresso apprezzamenti in merito al valore di educazione alla partecipazione attiva. Presenti alla giornata anche diversi rappresentanti degli uffici territoriali del governo tra i quali: Il vicario del prefetto di Trapani il dott. Baldassarre Ingoglia; il viceprefetto aggiunto di Caltanissetta la Dott.ssa Federica Nicolosi e il capo di gabinetto della prefettura di Catania la dott.ssa Patrizia Vicari. L’iniziativa #Giovanistituzioni sarà rinnovata anche nei prossimi anni scolastici.

“Grazie a questo progetto – ha detto Miccichè – parecchi studenti si sono cimentati nella redazione di disegni di legge che, dopo un’approfondita discussione, sono stati pubblicati sulla “Gazzetta delle giovani istituzioni”. Un processo culturale che ha impegnato anche la Fondazione Federico II”. Afferma il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.