Ars, nulla di fatto e seduta lampo sulla riforma rifiuti. Musumeci chiama a raccolta i capigruppo :ilSicilia.it

lavori d'aula

Ars, nulla di fatto e seduta lampo sulla riforma rifiuti. Musumeci chiama a raccolta i capigruppo

di
30 Ottobre 2019

Una seduta lampo, come se già si sapesse ciò che stesse accadendo. E la poca presenza dei deputati regionali ne è la prova. Il governatore Musumeci, a quanto pare, prima di discutere la tanto attesa riforma dei rifiuti in Aula vuole incontrare i capigruppo dei partiti politici, per cercare di fare una quadra su questo ddl che già ha causato numerose polemiche dell’opposizione che preannuncia battaglia in merito al testo di legge e non mancato all’interno della risicata maggioranza, i mal di pancia che possono sfaldare le tanto attese previsioni del governo Musumeci che questa riforma diventi legge.

La teoria di oggi racconta che la seduta lampo è stata causata da una pioggia di emendamenti, circa 600 che ha causato il blocco di sala d’Ercole. Un numero tale che ha spinto la presidente della commissione Ambiente, Giusi Savarino a chiedere un rinvio della seduta d’Aula per permettere un primo esame e un approfondimento in commissione, già convocata per lunedì e martedì mattina.

Tutto quindi rinviato,  “Aspetto tutti in Aula su fatti concreti, dove il cambiamento reale si misura con fatti reali ed è lì che si vedrà chi vuole cambiare davvero e chi invece vuole che tutto resti uguale. Basta con le chiacchiere. Questa riforma allinea la Sicilia al resto d’Italia seguendo le indicazioni di Anac, Corte dei Conti e governo nazionale. La stessa Corte che, nel 2017, Ars ha stigmatizzato, cito testuali parole, ‘l’esistenza di una situazione difficilmente superabile e alquanto preoccupante, posto che il sistema di gestione dei rifiuti delineato dalla normativa regionale vigente si è rivelato inattuabile‘”. Così l’assessore regionale all’Energia, Alberto Pierobon, qualche giorno fa affermava attraverso una nota stampa.

Ci siamo confrontati a lungo con amministratori locali, sindacati, partiti, associazioni – aggiunge – e siamo aperti a ogni contributo che possa migliorare la norma. La legge garantisce tutto il personale e renderà più efficiente la gestione dei rifiuti in tutta l’Isola. Questa è la realtà. Chi vuole che tutto rimanga uguale, con i disagi per i cittadini, i danni per l’ambiente e gli affari sbagliati, se ne assumerà la responsabilità di fronte ai cittadini siciliani“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin