Ars nuova, vita vecchia. La lunga estate del parlamento siciliano non è finita | ilSicilia.it :ilSicilia.it

L'attività dell'Aula ancora non decolla

Ars nuova, vita vecchia. La lunga estate del parlamento siciliano non è finita

di
20 Settembre 2018

L’Ars stenta a riprendere quella quota (anche minima) che aveva già caratterizzato con non poche difficoltà il cammino, sino al mese di agosto, dell’attività parlamentare.

La convocazione della commissione capigruppo prevista per oggi ha il compito di riportare un po’ di chiarezza sulle cose da fare e soprattutto sul modo in cui portarle avanti. La maggioranza impigrita prova in realtà a mettere in fila alcune priorità in tempi ragionevoli.

Ne approfitta per dar voce al dissenso e al disappunto politico Giuseppe Lupo, capogruppo del PD all’Ars, che ieri è intervenuto nel corso dei lavori d’aula per chiedere al presidente della Regione Nello Musumeci di “riferire a Sala d’Ercole sull’attuazione del programma di governo, ed in particolare sulla presentazione dei documenti economici”.

Lupo, ha poi proseguito: “Il governo non si presenta in aula e slitta la seduta, la maggioranza non si presenta in commissione e manca il numero legale per il parere su Riscossione Sicilia, non ci sono notizie del rendiconto né dell’assestamento di Bilancio. Qualcuno avverta il presidente Musumeci ed il suo governo che le ferie sono finite”.

Critici anche i 5stelle. Il capogruppo del M5S all’Ars, Valentina Zafarana, dopo la nuova fumata nera in prima commissione sulle nomine del cda di Riscossione Sicilia e il rinvio della seduta d’Aula a causa dell’assenza dell’assessore Pierobon, ha commentato: ”Eravamo preparati al peggio, ma Musumeci è andato oltre. A quasi un anno dal suo insediamento la montagna di promesse della maggioranza non è riuscita a partorire nemmeno il classico, misero topolino. E la Sicilia aspetta, e spera sempre meno”.

In realtà, più che scollamento tra esecutivo e maggioranza preoccupa il mancato raccordo con una figura di unione, che da tempo qualcuno nel centrodestra auspica invano.

Tra i disegni di legge in dirittura d’arrivo in commissione Affari istituzionali c’è quello sul riordino degli Ipab, a firma di Roberto Di Mauro e Angela Foti. I termini per presentare gli emendamenti scadranno il prossimo 2 ottobre.

Intanto, c’è chi pone la questione sulla nomina dei cda degli enti in questione, soprattutto in considerazione del fatto che la riduzione del numero dei componenti prevista nella legge di riordino crea un ulteriore stallo nel gioco incrociato della responsabilità che la politica riesce sempre a non fare accertare.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.