Arte, al Museo Riso di Palermo la lectio magistralis in memoria di De Dominicis :ilSicilia.it
Palermo

per il ventennale della scomparsa

Arte, al Museo Riso di Palermo la lectio magistralis in memoria di De Dominicis

di
21 Novembre 2018

Il Polo Museale regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo, presenta la Lectio Magistralis di Italo Tomassoni in occasione del ventennale della scomparsa di Gino De Dominicis, un evento che segue la mostra dedicata al maestro, ed inserita anche in Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018.

Il Museo Riso di Palermo intende celebrare un grande artista italiano contemporaneo, forse il più grande artista della seconda metà del ‘900, Gino De Dominicis, ricordandolo a 20 anni esatti dalla sua scomparsa.

A tal fine ha invitato Italo Tomassoni, quale interprete voluto e riconosciuto dal Maestro, autore di innumerevoli pubblicazioni su di lui e del ricco Catalogo Ragionato pubblicato da Skira nel 2011 con il quale ha posto la prima testimonianza storiografica organica e completa sull’opera del Maestro.

Gino De Dominicis ha attratto e continua ad attrarre l’attenzione degli storici, dei critici e degli appassionati per la qualità altissima delle sue opere, il senso del mistero che ogni sua traccia trasmette e la complessità di penetrare il segreto profondo del suo messaggio.

Egli ha aperto varchi inauditi alla percezione del mistero della vita e del mondo ponendosi sospeso tra le altezze di un messaggio cosmico e l’oscurità infera del pianeta ove si è trovato ad abitare.

Nella sua lectio magistralis al Museo Riso, Italo Tomassoni, profondo conoscitore storico, dell’uomo, dell’artista e delle sue opere, ne traccerà un profilo oltre la leggenda che aiuterà a conoscere da vicino un’autentica rivelazione della storia dell’arte.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.