Arte, ecco le principali mostre da vedere a Palermo nel periodo natalizio :ilSicilia.it
Palermo

Tra dicembre e i primi mesi del 2019

Arte, ecco le principali mostre da vedere a Palermo nel periodo natalizio

24 Dicembre 2018

Se tra un pranzo e l’altro, tra una giocata a carte e un brindisi, volete mettere in programma una visita a mostre o eventi culturali il periodo delle festività è ideale, momento in cui, nella pausa dalla routine quotidiana, ci si può dedicare alla scoperta di un “capitolo dell’arte“.

In quest’ottica gli ultimi giorni che vedono Palermo Capitale Italiana della Cultura, propongono un’offerta non da poco a turisti e cittadini. Per questo vi proponiamo una selezione di luoghi e appuntamenti da mettere in agenda dalla vigilia di Natale fino a i primi mesi del 2019.

Antonello da Messina Abatellis

Cominciamo dai grandi artisti del passato: non può mancare un passaggio alla mostra “Antonello da Messina – Il ritorno in Sicilia”, da poco inaugurata alla Galleria Regionale di Palazzo Abatellis (fino al 10 febbraio 2019); la più importante monografica sul pittore siciliano dal ’53 ad oggi che ospita anche “pezzi” provenienti dall’estero.

Altra esposizione da non perdere, alla Galleria d’Arte Moderna, è “Antonino Leto. Tra l’epopea dei Florio e la luce di Capri” (fino al 10 febbraio) : ad accogliervi troverete, in sette sezioni, 94 opere che svelano l’artista nel suo articolato percorso che lo ha visto formarsi innanzitutto a Napoli, dove si recò nel 1864, attratto dalla pittura di Giuseppe De Nittis, e dalle proposte della “Scuola di Resina”.

corrado-cagli

A Palazzo Sant’Elia, invece, si potrà ammirare la mostra “Altre Stanze anni ’50 e ’60” che portato in città la collezione proveniente dalle diverse sedi della Banca d’Italia: tra gli altri ci sono le opere di Lucio Fontana, Renato Guttuso, Carla Accardi, Franco Angeli, Turcato, Burri, Ugo Attardi, Enrico Baj, Giorgio De Chirico e Tano Festa (fino al 28 febbraio, chiuso il 25 dicembre).

E poi ancora l’omaggio al pittore Bruno Caruso, allestito alla Galleria La Piana, dal titolo “Frammenti di una visione”: una ventina di opere su carta, realizzate con le tecniche china e acquerello, e da circa quaranta incisioni, appartenenti ai suoi cicli artistici più conosciuti e amati (fino al 15 gennaio).

Museo salinas

Se volete, invece, scoprire i tesori dell’archeologia siciliana dovrete recarsi al Museo Archeologico Antonio Salinas dove, oltre alla collezione permanente fino al 31 marzo, si trova la mostra “Palermo capitale del Regno. I Borbone e l’archeologia a Palermo, Napoli e Pompei”, che racchiude una vasta selezione di opere e reperti donati all’allora Museo di Palermo dai sovrani Borbone Francesco I e Ferdinando II.

Sempre in ambito archeologico, vi consigliamo una visita a Palazzo Branciforte dove, fino al 13 gennaio, sarà esposto il “kouros ritrovato“, unione felice fra le due parti rinvenute in epoche diverse, il torso a Lentini in provincia di Siracusa nel 1908, le a testa nel ‘700 e, successivamente, esposte separatamente a Siracusa al Museo archeologico Paolo Orsi e a Catania al Museo civico di Castello Ursino.

Foresta Urbana

Passando all’Arte Contemporanea mettete in programma una visita a Palazzo Riso dove si trova allestita (fino al 20 febbraio) tra il Palazzo e Piazza Bologni, l’esposizione “Foresta Urbana” che propone venti lavori di artisti provenienti da tutte le parti del mondo, selezionati per l’attenzione dimostrata verso gli elementi naturali.

Fino al 5 gennaio alla Galleria Rizzuto saranno fruibili più di duecento opere che, negli ultimi anni di attività della galleria, sono state oggetto di precedenti mostre, da Francesco De Grandi a Daniele Franzella.

Ultimo suggerimento, tra arte e artigianato, fino ai primi giorni di gennaio, l’esposizione “Fieravecchia“, dal nome della fiera che si svolgeva, fin da tempi antichissimi, nell’omonima area palermitana, limitrofa ai Lattarini, abitata da mercanti d’arme, di tele di alona, iuta, e canapa.

A noi de ilSicilia.it, non resta che augurarvi Buon Natale e buone vacanze all’insegna della Cultura e dell’Arte, che sempre arricchiscono le nostre vite.

 

Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Scuola, “prorogare il contratto degli insegnanti precari”

Giovanna D’Agostino è la presidente dell’Associazione “Insieme per il sostegno” di cui fanno parte centinaia di insegnanti precari. In questa intervista si fa portavoce del sentire degli insegnanti precari chiedendo al Governo Conte la proroga del contratto al 31 agosto per tutti i precari della scuola
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona