19 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 09.51
Palermo

sabato 15 dicembre il primo appuntamento

Arte, musica, danza: a Palermo dodici spettacoli firmati “Metro Harp & Theatre”

14 Dicembre 2018

Metro Harp & Theatre è un contenitore culturale e mediatico atto a promuovere i turismi in Sicilia promosso dall’Associazione ECU  in compartecipazione con L’assessorato Regionale al Turismo della regione Siciliana e con la Soprintendenza dei BB. CC.AA. di Palermo.

La rassegna prevede 12 tra spettacoli musicali, teatrali e concerti anche di Natale che si espleteranno tutti  entro il mese di dicembre.

Metro Harp & Theatre è un progetto artistico/culturale sperimentale dove  mette in risalto i tanti talenti siciliani e non, attraverso un unico linguaggio artistico condiviso. EcuLab CoArt è invece il motore della formazione che promuove l’incontro tra artisti di diverso genere  dove ognuno nelle proprie specificità promuove il proprio progetto che può trovare spazio in altre idee condivise e sperimentare nuove idee d’ insieme.

Metro Harp & Theatre intende comunque, attraverso specifiche azioni di promozione e divulgazione, promuovere siti culturali di attrazione turistica. La musica, l’arte, il teatro fungono quindi da attrattore turistico nei periodi cosiddetti di “destagionalizzazione”.

Al via quindi con un doppio appuntamento: domani, 15 dicembre alle ore 11, alla Casina Cinese nella sala da ballo e in replica il 16/17 e 19 dicembre sempre alle ore 11, la compagnia dell’Aceto diretta da Coco Gullotta presenta  “Aceto”  l’orrida vicenda dell’avvelenatrice di Palermo (in forma di teatro canzone) scritta e drammatizzata da Cocò Gulotta con  lo stesso Cocò Gulotta in qualità di attore, Nicolò Prestigiacomo attore, Sebastiana Eriu attrice, Margherita Avvento cantante, Alberto Di Rosa chitarrista, con la Regia  Raffaele Sabato  e aiuto regia Gabriella Matranga.

L’altro appuntamento nella stessa giornata è alle ore 12 a Palazzo Ajutamicristo con il concerto degli Easy Jazz Project in Christmas, con Marianna Costantino, voce, Joe Costantino al piano, Francesco Rabboni al Contrabasso e Gaspare Palazzolo al Saxophone.

Easy Jazz Project è un progetto musicale che esegue un repertorio molto articolato in standard della tradizione jazz mondiale e composizioni originali del Maestro Giuseppe Costantino , musicista versatile con uno stile orientato all’improvvisazione di grandi pianisti del panorama jazz mondiale e  nuova leva del panorama nazionale del Jazz d’autore.

Easy Jazz Project propone un repertorio ricercato e raffinato, ma allo stesso tempo accessibile a gran parte del pubblico, esso riesce ad esprimere un sound personale, un viaggio ideale che dalle radici della musica nera attraverso le atmosfere di travolgenti ritmi jazz & Blues . Esso unisce differenti culture musicali; con particolare attenzione al “Jazz” di vecchia data e d’impronta contemporanea, godibile dalla prima all’ ultima nota.

Coco Gullotta
Coco Gullotta

La musica jazz ha da sempre utilizzato la canzone reinventandone l’armonia per metterla a servizio dell’improvvisazione, perché quindi attingere esclusivamente al repertorio musicale americano, quando anche le song natalizie sono universalmente riconosciute come il patrimonio musicale del mondo. Da qui il nome “Easy Jazz” che si esibisce in formazioni come 4et, 5et etc.) in quanto il repertorio raffinato ed elegante, ma allo stesso tempo coinvolgente riesce ad esprimere un sound personale che diviene un viaggio che dalle radici della musica nera blues, attraversa la “galassia” dei cosiddetti standard per approdare, in momenti alterni, ad un territorio fatto di suggestive rivisitazioni di celebri motivi natalizi.

L’idea di concerto degli  “Easy Jazz Project”, che nella specifico si esibirà in una formazione di quartet, è quella di accostare, il jazz alla tradizione natalizia  al fine di riproporre alcune tra le canzoni più conosciute da tutti, addetti ai lavori e non, ponendo in essere un genere musicale quale il jazz, musica di cultura , aggregazione e di notevole valenza.

Da diversi anni, il santo Natale si arricchisce sempre più di suoni espansi fino a occupare ogni piccolo angolo di ogni luogo in tutto il mondo: Nel corso dell’ esecuzione (vocale e strumentale)  si alterneranno brani natalizi a standard jazz nonché composizioni del maestro Joe G. Costantino; tra i brani natalizi che accompagneranno il pubblico intervenuto vi saranno Silent Night di Bing Crosby, White Christmas di Frank Sinatra, O Holy Night di Mahalia Jackson, Have Yourself A Merry Little Christmas di Ella Fitzgerald, Jingle bells, let it’s know, il viaggio continuera anche nell’esecuzione di tra standard jazz come God Bless the child  (Dio Benedica il bambino) di Billie Holiday, Bye Bye Blackbird , At Last , tutte song interpretate da  artisti di grande fama internazionale che “indossano panni” a stelle e strisce e che nello specifico saranno eseguite da artisti appartenenti alla città di Palermo, tant’è che questo “fiume” si song, sfocerà in composizioni originali del Maestro Giuseppe Costantino dal titolo “Elizabeth Queen of my love” da cui prende nome anche il realizzando album dello stesso pianista e compositore; il tutto gremito da un sound attuale e di buon gusto.

Il progetto, così come lo si è articolato,  risulta essere fantasioso e  allo stesso tempo di  una facilità enunciativa sorprendente.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

Programma

15 dicembre ore 11 alla Casina Cinese a Palermo, nella sala da ballo, Coco Gulotta con “ACETO”  (forma Teatro Canzone);

15 dicembre ore 12 Palazzo Ajutamicristo Concerto di Easy Jazz Project in Christmas;

16 dicembre ore 11 alla Casina Cinese a Palermo, nella sala da ballo, Coco Gulotta con “ACETO”  (forma Teatro Canzone)

16 dicembre ore 18.30 Chiesa San Mamiliano a Palermo concerto dell’Ensemble Oboi e clarinetti diretti dal Maestro Salvatore Ferraro;

17 dicembre ore 11 alla Casina Cinese a Palermo, nella sala da ballo, Coco Gulotta con “ACETO”  (forma Teatro Canzone);

18 dicembre ore 18.30 chiesa di Santa Maria del Piliere concerto dell’Ensemble Oboi e clarinetti diretti dal Maestro Salvatore;

19 dicembre ore 11.00 alla Casina Cinese a Palermo, nella sala da ballo, Coco Gulotta con “ACETO”  (forma Teatro Canzone);

19 dicembre ore 11 Chiesa San Mamiliano a Palermo Proiezione del documentario e concerto;

20 dicembre ore 18.30 chiesa di Santa Maria del Piliere concerto del Trio Novecento;

22 dicembre ore 21 Auditorium RAI Palermo spettacolo “Experimental HarpDance”;

23 dicembre ore 11  Palazzo Ajutamicristo Concerto di Easy Jazz Project in Christmas;

26 dicembre ore 18.30 Chiesa Santa Maria della Pietà (alla Kalsa) concerto Arpa &  Ensemble di fiati;

27 dicembre ore 17 San Giovanni degli Eremiti concerto “Solo Harp” con Giorgia Panasci.

I concerti sono a titolo gratuito con il patrocinio della Regione Siciliana Assessorato Turismo e la concessione dei siti culturali da parte della Soprintendenza di Palermo.

Tutti gli spettacoli in programma sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili ad esclusione del concerto del 27 dicembre che prevede l’ingresso con biglietto a pagamento acquistabile presso il botteghino del chiostro San Giovanni degli Eremiti.

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.