Asp di Palermo: "Nessun ridimensionamento a Petralia, Lercara, Termini e Corleone" :ilSicilia.it
Palermo

lo dice il direttore generale

Asp di Palermo: “Nessun ridimensionamento a Petralia, Lercara, Termini e Corleone”

di
4 Luglio 2020

“Nessun servizio è stato ridimensionato o eliminato a Lercara Friddi, così come a Petralia Sottana, Termini Imerese o a Corleone”. Lo dice il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Palermo, Daniela Faraoni, dopo avere appreso di una interrogazione parlamentare di Claudio Fava, i cui contenuti sono stati anticipati dalla stampa.

“Nella sola Lercara nel 2019 abbiamo assicurato 1.300 ore di specialistica ambulatoriale in più rispetto all’anno precedente, mentre a Petralia abbiamo già avviato il Centro di oculistica con attività chirurgica e sono in corso, così come previsto nell’atto aziendale, le procedure per l’avvio dell’ambulatorio di Procreazione medicalmente assistita, con funzioni interaziendali con l’Università di Palermo e l’azienda Villa Sofia-Cervello”, continua Faraoni.

“Si dica quali siano i disservizi causati con indicazioni chiare e senza scopi di propaganda – prosegue il manager dell’Asp del capoluogo – e mi metto a disposizione di ogni cambiamento necessario. Non si confonda, però, la redistribuzione degli ex contrattisti, oggi stabilizzati in circa 300 unità, con un ridimensionamento. La redistribuzione si è resa necessaria per eliminare sacche di inefficienza e concentrazione in sedi in cui non c’era la necessità”.

“Allo stesso modo è stata riqualificata l’organizzazione di settori come alcune sedi più decentrate dei Sert, dove si registravano pochissimi accessi l’anno che non giustificavano l’impiego delle risorse ivi destinate: un vantaggio solo ad alcuni dipendenti alle prese con un lavoro consistente in pochissime prestazioni e che, forse proprio per questo, si assentavano”, conclude Faraoni.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin