Asp Palermo: sbloccate le stabilizzazioni per 400 precari :ilSicilia.it
Palermo

Entro il 31 gennaio le domande di partecipazione

Asp Palermo: sbloccate le stabilizzazioni per 400 precari

di
23 Gennaio 2019

Sbloccate le stabilizzazioni per 400 precari dell’Asp di Palermo. Entro il 31 gennaio i lavoratori dovranno presentare la domanda, mentre l’iter dovrebbe concludersi entro il prossimo ottobre. E’ quanto emerge dall’incontro che si è tenuto ieri tra le organizzazioni sindacali, i rappresentanti dell’Assessorato regionale alla salute il commissario straordinario dell’Asp, Daniela Faraoni e i vertici dell’azienda. Dopo decenni di precariato saranno assunti a tempo indeterminato. In questo modo viene sanata una situazione di precarietà che causava instabilità e disagi sia ai lavoratori che all’azienda.

“Il commissario – hanno dichiarato Mario Scialabba (Fp Cgil), Gaetano Mazzola (Fp Cisl) e Giuseppe Amato (Uil Fpl) ci ha illustrato un cronoprogramma che prevede entro il 2019, la stabilizzazione a tempo indeterminato a 36 ore settimanali di circa 400 unità (compresi i 94 posti già a selezione) di vari profili professionali (operatori informatici, ausiliari, Oss e i profili già a selezione). Per quanto riguarda i rimanenti 250 lavoratori precari, i rappresentanti dell’assessorato si sono impegnati a trovare idonee soluzioni normative per il passaggio alla stabilizzazione in altre aziende sanitarie di Palermo. Il commissario straordinario ha chiarito che in questo modo a tutto il personale contrattista verrà data la possibilità di essere stabilizzato”.

Il piano prevede una riorganizzazione dei ruoli e delle mansioni. Proprio per questo a 180 amministrativi è stato proposto un percorso di riqualificazione per essere assunto come operatori socio sanitari. Un demansionamento che ha fatto storcere il naso alla Fials“Riteniamo ci possano essere altre strade percorribili – ha spiegato il segretario generale di Palermo Vincenzo Munafò. “Ne riparleremo non appena l’Asp avrà presentato tutte le proposte – ha spiegato – con una nota ufficiale che ci è stata promessa. Il clima dell’incontro ci è sembrato molto positivo  ma è chiaro che il tutto ha necessità di una riorganizzazione dei servizi che saranno privati di un consistente numero di personale fin qui ritenuto indispensabile alla funzionalità dei servizi dagli stessi amministratori”.

Altri percorsi di riqualificazione interesseranno 197 precari, 77 per la categoria di operatore tecnico-informatico e 120 per quella di ausiliario sociosanitario specializzato. Questi partiranno il 15 aprile, avranno una durata di 1.000 ore e si concluderanno con con esame finale che verrà valutato da una commissione composta anche da funzionari dall’assessorato.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.