Aspettando il Festino 2019: si comincia con "Racconti, storie e misteri di Santa Rosalia" | FOTO :ilSicilia.it
Banner Ortopedia Ferranti
Palermo

In collegamento con New York

Aspettando il Festino 2019: si comincia con “Racconti, storie e misteri di Santa Rosalia” | FOTO

di
27 Marzo 2019
Interno Grotta Santuario

Guarda la fotogallery in alto 

Sabato 30 marzo prenderà il via il calendario di incontri del programma #aspettandoilfestino2019,  ideato da Vincenzo Montanelli e Lollo Franco, tappe di avvicinamento ai festeggiamenti ufficiali del 395° Festino di Santa Rosalia.

santuario santa rosalia
don Gaetano Ceravolo

Si comincia proprio da Monte Pellegrino con “Racconti, storie e misteri di Santa Rosalia” dove don Gaetano Ceravolo, reggente del Santuario, dalle ore 16 nello spiazzale antistante comincerà a raccontare i passaggi più significativi legati alla storia e al culto della Santuzza tra sogni, visioni, miracoli e leggende.

Per la prima volta nella storia del Festino, poi, ci sarà un collegamento con New York in particolare con Radio Hofstra University, una delle realtà che sta promuovendo l’evento presso le Comunità Italiane presenti all’estero.

Santa Rosalia
Interno Grotta Santuario

Il racconto proseguirà all’interno della grotta del Santuario, dove don Ceravolo mostrerà i segni e le testimonianze ancora visibili, completando, ai piedi della Statua della Santuzza, il racconto, prima della celebrazione della Santa Messa.

Sarà possibile, inoltre, accedere alle “Stanze del tesoro di Santa Rosalia”, un piccolo ma ricchissimo museo che conserva oggetti unici, tra cui una preziosissima Galea d’argento, nave ex-voto, e il libro che Goethe lesse arrivato al Santuario, ritrovati nell’Antico Forziere, locale restaurato, adibito una volta a deposito e magazzino, anch’esso oggetto della visita, luogo che tra il 1600 e il 1700 custodiva quanto oggi è esposto nell’antica “Sala consiliare.

L’appuntamento, a cui prenderanno parte tra altri anche il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alle Culture Adham Darawsha, prevederà anche un momento musicale curato dal Quartetto Mozart, composto da Davide Mazzamuto, Marcella Napolitano, Carmelita Di Marco e Nicola Timiras, che eseguiranno, nel corso del pomeriggio, brani attinti dal repertorio del compositore austriaco.

L’ingresso è libero.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Il Principe e il Povero

E proprio vero “u saziu nun po' cridiri o diunu, è facile fare la persona di principio con l’appannaggio annuo di 2.000.000 sterline che ti passa to nonna". Fu a quel punto che comprese l’importanza e la fortuna di essere povero

Politica

di Elio Sanfilippo

Il putiferio palermitano del Pd

Il putiferio all’interno del Partito democratico palermitano pare che sia scoppiato in seguito ad una intervista rilasciata dal segretario Rosario Filoramo accusato di autoreferenzialità, di una gestione accentratrice del partito e, soprattutto, di avere lanciato la sua sindacatura a sindaco di Palermo senza alcuna consultazione e riunione degli organismi dirigenti. 

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Ferranti