Aspettando il ponte, Messina e Reggio saranno unite da una navetta :ilSicilia.it
Messina

Il progetto “Pronti, si Vola"

Aspettando il ponte, Messina e Reggio saranno unite da una navetta

di
28 Settembre 2017

Aspettando il Ponte sullo Stretto ecco il bus navetta.

Sembra un ironico e beffardo paradosso eppure in attesa di uno sviluppo decisamente più concreto delle sinergie tra le due sponde dello Stretto, sarà attivo dal 2 ottobre il progetto “Pronti, si Vola”, iniziativa che offrirà un collegamento veloce tra Messina e l’aeroporto “Tito Minniti” di Reggio Calabria tramite autobus.

Si tratta di un accordo attuativo inserito all’interno dei progetti di integrazione dei trasporti nelle due città dello Stretto, una novità che ovviamente non determinerà uno stravolgimento della situazione ma serve almeno a dare un segnale di vivacità nelle politiche sinora alquanto stantie che – a prescindere dagli annunci periodici o da sortite mediatiche fine a se stesse – hanno caratterizzato i rapporti tra Messina e Reggio. Il punto di partenza della navetta sarà il parcheggio Cavallotti di Messina. I passeggeri muniti di biglietto aereo saranno trasportati a Reggio Calabria, servendosi dei traghetti della Caronte & Tourist. La navetta di ritorno partirà alle 20:30 dopo l’atterraggio dell’ultimo aereo, proveniente da Roma.

Un servizio sperimentale attivo per i prossimi 6 mesi e che, se risulterà funzionale al collegamento, stando alle intenzioni degli amministratori sarà rinnovato e potenziato. L’accordo interessa i due Comuni, la Caronte e Tourist e l’ATM, che metterà a disposizione l’autobus che farà la spola. Le Amministrazioni delle due città hanno investito, per parte, 13 milioni di fondi POC (Piano Operativo Complementare) per potenziare i servizi di mobilità dello Stretto. Il servizio sarà gratuito e consentirà la partenza da Messina, con fermata a Villa San Giovanni. “I Messinesi e i Reggini hanno bisogno di un collegamento – ha affermato il sindaco di Messina, Renato Accorinti  perché l’aeroporto dello Stretto deve essere a disposizione di entrambe le città”. 

Nonostante l’entusiasmo per il lancio dell’iniziativa, a quanto pare, forse il numero di corse fra Messina e l’Aeroporto dello Stretto (una di andata e una di ritorno) potrebbe non essere sufficiente a soddisfare le esigenze dei viaggiatori dello Stretto. Il progetto “Pronto, si vola” al momento, infatti, prevede di integrarsi, in termini di orari e corse, con il servizio Chiamabus, già attivato dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Fra le proposte di questo accordo attuativo anche la disponibilità di ATM a fornire, sempre in via sperimentale, il parcheggio gratuito all’interno del terminal Cavallotti agli utenti provvisti di biglietto aereo in partenza dall’aeroporto Minniti con decorrenza dalle ore 5 del giorno di partenza fino alle 22 del giorno di rientro. Per questo servizio il personale ATM del terminal Cavallotti rilascerà un pass auto speciale da esporre all’interno della vettura riportante la durata della sosta gratuita.

“Un percorso in sinergia – ha affermato il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà – che si concretizza nella scoperta di alcuni punti in comune anche dal punto di vista culturale e che ha lo scopo di unire, anche materialmente, le due sponde dello Stretto. Tutti i messinesi devono avere la possibilità di prendere un pullman conveniente che possa arrivare in tempo a destinazione per l’imbarco. Ma non ci fermeremo qui, vogliamo offrire un efficace collegamento anche ai pendolari che attraversano lo Stretto ogni giorno, vorremmo anche organizzare sinergie che ci possano consentire una stagione teatrale comune per vivere dei momenti culturali insieme”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin