Assistenti sociali aggredite, Gelarda (Lega): "Orlando trovi soluzioni a tutela degli impiegati" :ilSicilia.it
Palermo

l'allarme dei due consiglieri

Assistenti sociali aggredite, Gelarda (Lega): “Orlando trovi soluzioni a tutela degli impiegati”

di
8 Marzo 2019

L’ennesima aggressione a due assistenti sociali del comune di Palermo è il segnale di un crescendo di violenza a tratti dilagante che, senza l’adozione di misure drastiche di contrasto al fenomeno, prima o poi potrebbe sfociare in qualcosa di ben più drammatico di uno schiaffo e di una tirata di capelli. L’amministrazione guidata dal sindaco Orlando trovi le soluzioni per garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro a tutela dell’incolumità dei dipendenti pubblici“.

A lanciare l’allarme è Igor Gelarda, capogruppo della Lega in consiglio comunale, insieme con Elio Ficarra, anch’egli esponente del Carroccio a Sala delle Lapidi, dopo l’aggressione di mercoledì scorso a due assistenti comunali in servizio all’ufficio H di via Carmelo Raiti, zone Medaglie d’Oro, e a distanza di un mese esatto da un altro episodio di violenza, sempre ai danni di un’assistente sociale comunale.

Allora, era il 6 febbraio, un’impiegata in servizio nella quarta circoscrizione era stata colpita con delle forbici da una donna che chiedeva dove erano stati portati i fratelli allontanati dalla famiglia d’origine e dati in adozione. Due giorni fa, la violenza si è scatenata contro due assistenti sociali da una ragazza che era si era presentata per avere informazioni circa una pratica presentata.

Esprimiamo solidarietà alle professioniste aggredite – dicono Gelarda e Ficarra – ricordando che il gruppo consiliare della Lega lo scorso 12 febbraio ha inoltrato al sindaco Orlando, all’assessore alla cittadinanza solidale, Giuseppe Mattina, e al dirigente capo area, Alessandra Autore, una richiesta urgente per la predisposizione di sistemi stabili di identificazione e controllo dell’utenza in tutte le postazioni dei servizi sociali. Abbiamo chiesto inoltre – aggiungono gli esponenti del Carroccio – di investire adeguate risorse sia economiche, sia di personale, per fronteggiare le problematiche e le criticità delle fasce deboli, dei cittadini più svantaggiati e della marginalità, al fine di recuperare il rapporto di fiducia tra la cittadinanza e l’amministrazione. Abbiamo presentato anche un’interrogazione consiliare – concludono Gelarda e Ficarra – per chiedere al sindaco, una volta per tutte, di adottare tutte le misure necessarie per garantire quel livello minimo di sicurezza che permetta il sereno svolgimento della delicata attività cui la figura dell’assistente sociale è preposta“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin