16 luglio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 11.52
Palermo

Lo dice Pino Apprendi del Movimento Centopassi

Associazione palermitana sventa un suicidio: uomo di Varese era già pronto a impiccarsi

21 giugno 2018

Un tentativo di suicidio è stato miracolosamente evitato grazie all’intervento del Telefono giallo della A.Fi.Pre.S “Marco Saura” e alla collaborazione della sala operativa della Questura di Palermo.

E’ successo questa mattina quando al numero verde 800 011 110 è arrivata una chiamata da un uomo della provincia di Varese di  40 anni, separato e padre di una bambina, colto da crisi depressiva e piangente. L’operatrice Gaia Spinella, che è una psicoterapeuta, ha iniziato a tranquillizzare l’uomo che manifestava intenti autolesionistici mentre la presidente dell’associazione, Livia Nuccio, ha prontamente contattato la sala operativa della questura palermitana.

In pochi attimi della grave situazione di pericolo è stata informata la Questura di Varese che ha allertato la stazione dei carabinieri di Saronno più vicina all’abitazione dell’uomo. Sul posto, in breve sono arrivati anche  vigili del fuoco e sanitari, che dopo aver forzato la porta dell’abitazione, hanno bloccato l’uomo che aveva già una corda al collo pronto ad impiccarsi.

Pino Apprendi“Voglio esprimere il mio plauso a Livia Nuccio e agli operatori dell’associazione A.Fi.Pre.S – dice Pino Apprendi del coordinamento regionale del Movimento Centopassi – che ancora una volta ha dimostrato competenza ed efficienza. Voglio anche ringraziare il Questore di Palermo e l’operatore del servizio 113 che si è immediatamente attivato consentendo di salvare una vita. Il Telefono Giallo della A.Fi.Pre.S ‘Marco Saura’, che ha sede a Palermo è sorto nel 1995 fra mille difficoltà.  Dal 2012 è in convenzione con l’Aps ed opera presso il servizio di salute mentale in locali concessi in comodato d’uso dall’Azienda. E’ un servizio – conclude – che va rinforzato in un momento in cui il numero di suicidi è tragicamente in aumento”.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Strade e Scarpe

Ora potremo essere capitale di qualunque cosa, potremo candidarci ad accogliere tutto il mondo, ma fin quando le strade saranno piene di buche, la città sarà pur sempre una città da terzo mondo.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.