Assunzioni alla MessinaServizi: volano stracci tra De Luca e Sciacca :ilSicilia.it
Messina

il sindaco contro il direttore regionale CpI

Assunzioni alla MessinaServizi: volano stracci tra De Luca e Sciacca

6 Novembre 2019

Volano stracci ed è botta e risposta, a suon di dure accuse, tra il sindaco di Messina, Cateno De Luca e Gaetano Sciacca, direttore del Centro regionale per l’impiego, cioè l’ex Collocamento.

Al centro dello scontro la pre-selezione dei 100 operatori alla Messina Servizi e le osservazioni presentate agli uffici di Via Dogali da alcuni candidati al bando, soprattutto ex borsisti della società che si occupa della raccolta rifiuti, che hanno contestato l’elenco stilato, anche perché convinti che l’aver già lavorato per conto dell’azienda potesse determinare il collocamento in posizione utile nella graduatoria provvisoria.

A innescare così la polemica un invito del primo cittadino a Sciacca a comunicare “Ai suoi uffici che bisogna rilasciare la ricevuta dei ricorsi/osservazioni dei soggetti che hanno fatto istanza per essere assunti a tempo determinato nella Messina Servizi e sono rimasti esclusi o scavalcati”. Immediata poi la replica di Sciacca: “In futuro non accadrà più che i miei uffici si mettano a disposizione di un’Amministrazione comunale guidata da un personaggio come l’attuale sindaco”.

Furiosa la controreplica di De Luca: Gaetano, ma che tuoi uffici? Ma cosa pensi che sono casa tua? Tu sei un pubblico impiegato. Chiedi scusa pubblicamente su quanto accaduto o farò presentare un’interrogazione parlamentare urgente e chiederò la tua rimozione per incompatibilità ambientale a Messina. Allo sportello non si fa e non esiste la verifica preventiva di ciò che si può presentare o non presentare. Come si può parlare così ad un sindaco? Un sindaco non può essere minacciato. Chiederò conto e ragione. Rispetto tutti ma pretendo altrettanto rispetto da tutti”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.