Ati Messina, Russo spinge per i sub-ambiti: "Presto un emendamento all'Ars" :ilSicilia.it
Messina

la proposta avanzata in IV Commissione

Ati Messina, Russo spinge per i sub-ambiti: “Presto un emendamento all’Ars”

26 Aprile 2019

Per ottimizzare la gestione delle risorse idriche nella provincia di Messina ho proposto che vengano istituiti e resi operativi dei sub-ambiti, in modo da gestire tutti i vari territori nel modo migliore”. Lo afferma il sindaco di Castelmola, Orlando Russo, nella qualità di presidente ad interim dell’Ati Messina. Russo spinge per una soluzione risolutiva, sull’onda di quanto ha evidenziato nei giorni scorsi in audizione davanti alla IV Commissione dell’Assemblea regionale siciliana per fare il punto sulla situazione dell’Assemblea territoriale idrica e la relativa gestione del servizio in ambito provinciale.

“La provincia di Messina comprende 108 Comuni e alcuni di questi confinano con le province di Enna, Catania e Palermo, e ci sono anche le isole, nel contesto quindi di un vasto territorio che è molto complesso da gestire e che ha nelle sue varie zone differenti situazioni e diverse peculiarità – ha spiegato Russo -. Non c’è omogeneità e il problema va affrontato. Per questo nella mia recente audizione a Palermo ho proposto che vengano previsti dei sub ambiti nella provincia di Messina, in modo da gestire il territorio zona per zona”.

“La Quarta Commissione ha preso atto di questa mia proposta e adesso proporrà un emendamento per far diventare questa soluzione una vera e propria normativa“, aggiunge Russo, che in questo contesto da vicepresidente ha assunto la prima carica dell’ente, che sinora era stata occupata dal sindaco del Comune di Mistretta. Russo ha inteso insomma prospettare una soluzione che possa dare una svolta in un settore strategico nel quale bisogna evitare disagi e disservizi nei vari territori del Messinese.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.