Attacco alla Cgil, Ursino: "Ho cercato di fermare l'assalto usando il megafono" :ilSicilia.it

l'interrogatorio

Attacco alla Cgil, Ursino: “Ho cercato di fermare l’assalto usando il megafono”

di
20 Ottobre 2021

Ha risposto alle domande del gip e si è difeso Massimo Ursino, il leader palermitano di Forza Nuova arrestato per l’assalto alla sede della Cgil lo scorso 9 ottobre a Roma.

Interrogato dal giudice del tribunale di Palermo con una rogatoria e difeso dall’avvocato Enrico Sanseverino, Ursino ha negato di avere commesso qualsiasi atto di violenza o devastazione. Ha detto al giudice di aver preso parte alla manifestazione ma di non aver fatto irruzione nella sede del sindacato scardinando il portone di ingresso per consentire l’accesso di coloro che hanno distrutto i locali. “Conosco sia Roberto Fiore, sia Giuliano Castellino, sia Luigi Aronica, scendiamo in piazza come semplici manifestanti“, ha affermato Ursino, difeso dall’avvocato Enrico Sanseverino. Ricordando la manifestazione di sabato 9 ottobre, Franceschi ha spiegato che aveva “il megafono in mano per invitare i manifestanti a non entrare alla Cgil”: ”Ho usato il megafono per cercare di bloccare l’assalto al sindacato” ha detto al gip.

Non ci sono fotogrammi da cui emerge il contrario“, dice l’avvocato Sanseverino. Il leader palermitano di Forza Nuova ha ammesso solo la sua presenza all’interno della Cgil con un megafono – le immagini sono inequivocabili – ma spiega di aver tentato di placare gli animi e di convincere i violenti ad andare via. I pm di Roma sono invece convinti del contrario. Ursino avrebbe collaborato “alle iniziative del movimento, offrendo la sua presenza lungo il corteo e indirizzandone la marcia e fornendo il proprio contributo all’irruzione del pomeriggio del 9 ottobre“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin