Attacco di Toninelli a Musumeci: "I fondi per rifare le strade ci sono, la Regione è ferma" :ilSicilia.it

Attacco di Toninelli a Musumeci: “I fondi per le strade ci sono, la Regione è ferma”

di
4 Aprile 2019

Sul tema del commissario straordinario per la viabilità in Sicilia, la Regione continua a non operare in modo costruttivo per raggiungere, in sinergia con il Governo centrale, l’obiettivo di ridare all’isola una rete viaria decente“. Lo afferma il Ministero delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli. Continua la telenovela infinita sul commissario straordinario per le strade provinciali in Sicilia.

Danilo Toninelli

Durissimo l’attacco del titolare del dicastero nei confronti della Regione Siciliana: “Innanzitutto, non si possono questuare 300 milioni all’esecutivo quando ci sono diverse centinaia di milioni di fondi Fsc del Patto Sicilia per le infrastrutture, che non sono stati spesi e che il commissario sarà chiamato a utilizzare rapidamente. In seconda battuta, nell’elenco delle strade su cui intervenire, inviato dalla Regione al Mit il 15 marzo scorso, sono presenti svariate tratte per le quali il dicastero di Porta Pia, con un decreto ministeriale del febbraio 2018, ha già stanziato abbondanti risorse“, precisa il Ministero, riferendosi “al finanziamento degli interventi relativi a programmi straordinari di manutenzione delle rete viaria di Province e Città Metropolitane, programma pubblicato in Gazzetta ufficiale il 2 maggio 2018“.

Nell’ambito di tale strumento pluriennale, sono stati già approvati interventi riferiti alla viabilità provinciale della Regione Siciliana e sovrapponibili, per circa 40 milioni di euro, alle richieste formulate dall’assessorato regionale pochi giorni fa“, prosegue il Ministero.

E’ evidente che senza un contributo fattivo e puntuale della giunta siciliana – sottolinea il Mit –, per il Governo è più difficile dare concretamente una mano all’isola, come peraltro sta già facendo e come intende ulteriormente fare inserendo una norma ad hoc per il commissario straordinario alla viabilità. Invece di generare confusione e battere cassa a vuoto, spesso per opere già finanziate dallo Stato centrale, la Regione si coordini urgentemente con le ex Province per riformulare in modo più preciso l’elenco degli interventi. Il Mit e il Governo – prosegue la nota – sono al lavoro su una norma che consenta alla struttura commissariale di agire rapidamente, di evitare pastoie burocratiche e di accorciare i tempi per l’utilizzo concreto dei fondi a disposizione, in modo da rimettere il prima possibile in sesto il sistema viario dell’isola“.

Leggi la replica di Musumeci a Toninelli:

Musumeci replica a Toninelli: “Anas e Rfi la smettano con mentalità coloniale”

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.