Attentato a Nizza, si cercano possibili complici: amico di Aoussaoui torchiato da ore dagli investigatori :ilSicilia.it
Palermo

CONTINUA L'INTERROGATORIO

Attentato a Nizza, si cercano possibili complici: amico di Aoussaoui torchiato da ore dagli investigatori

di
31 Ottobre 2020

E’ ancora negli uffici della Digos il tunisino amico di Brahim Aoussaoui, l’attentatore che ha ucciso tre persone a Nizza.

Gli investigatori, che lo interrogano da ieri, stanno valutando la sua posizione e cercano riscontri alle sue dichiarazioni. Alla polizia il nordafricano, residente ad Alcamo e impiegato in un locale che vende kebab, avrebbe detto di aver solo aiutato il connazionale a cercare lavoro in campagna e di non aver avuto alcun sospetto sulle sue intenzioni.

OBIETTIVO: RICOSTRUIRE L’EVENTUALE RETE DI FIANCHEGGIATORI

Aoussaoui fino alla settimana scorsa è rimasto ad Alcamo ospite del conoscente, poi è partito per la Francia. Al vaglio degli investigatori ci sono i tabulati telefonici dell”amico. Si cerca di capire se abbia sentito Aoussaoui dopo la sua partenza per Nizza e se risultino contatti con altri sospetti.

Lo scopo della Dda di Palermo che coordina l’inchiesta, dunque, è ricostruite la eventuale rete di fiancheggiatori del tunisino, mentre non è confermata l’ipotesi che ad aiutarlo a raggiungere la Francia sia stata l’organizzazione. che gestisce i trasferimenti dalla Sicilia dei migranti sbarcati clandestinamente. La Digos ha interrogato una serie di testimoni che hanno incontrato Aoussaoui durante la sua permanenza ad Alcamo. Tra questi il titolare del locale per cui l’amico lavorava.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin