Attività sportiva atleti disabili, 60 borse di studio per 30 mila euro dal M5S all'Ars :ilSicilia.it
Palermo

la manifestazione

Attività sportiva atleti disabili, 60 borse di studio per 30 mila euro dal M5S all’Ars

di
14 Ottobre 2021

Sport e solidarietà a braccetto stamattina al Cus di via Altofonte 80 a Palermo, per la terza edizione della manifestazione “Eroi nella vita, campioni nello sport”, grazie alla quale i deputati del M5S all’Ars hanno consegnato 60 borse di studio da 500 euro cadauna ad altrettanti atleti disabili siciliani.

L’iniziativa, realizzata dal M5S Sicilia in collaborazione con il Panathlon Area 9 Sicilia ha consentito di premiare 60 atleti paralimpici scelti su indicazione del Panathlon tra i più promettenti della Sicilia. Grazie agli assegni ricevuti, gli sportivi, provenienti da tutte le province dell’isola, potranno finanziare le trasferte e le spese per la propria attività sportiva per un anno.

Alla cerimonia di consegna degli assegni erano presenti una folta rappresentanza di deputati 5 stelle all’Ars e la capogruppo 5 stelle al Comune di Palermo Viviana Lo Monaco che hanno premiato gli atleti, il sottosegretario al ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile Giancarlo Cancelleri, il governatore Panathlon Sicilia, area 9 Roberto Pregadio , la referente regionale commissione sport paralimpico Roberta Cascio, l’assessore allo sport del Comune di Palermo Paolo Petralia e il presidente del Cus Palermo Giovanni Randisi.

Tra i premiati da segnalare la palermitana Marcella Li Brizzi, 7 volte campionessa italiana di scherma, la messinese Carolina Costa, medaglia di bronzo di judo alle paralimpiadi di Tokyo 2020, la trapanese Maria Andrea Virgilio, medaglia di bronzo di tiro con l’arco alle paralimpiadi di Tokyo 2020.

“Eroi nella vita, campioni nello sport”, è l’ennesima iniziativa finanziata grazie al taglio degli stipendi dei deputati 5 stelle a palazzo dei Normanni, che da quando sono entrati all’Ars hanno restituito alla collettività oltre 6 milioni di euro che hanno permesso di realizzare decine di progetti di utilità pubblica. Tra questi, da ricordare solo a scopo esemplificativo, i recenti murales in corso di realizzazione a Trapani, campetti per l’attività sportiva, diversi parchi giochi, iniziative in campo sanitario per fronteggiare l’emergenza Covid attraverso la donazione di 300 mila euro messi a disposizione di Asp e protezione civile e la nota trazzera di Caltavuturo, che ha permesso di ricucire la Sicilia spaccata in due dopo il crollo del ponte Himera sull’autostrada A19.

Un sorriso in più – afferma la deputata Stefania Campo, presidente dell’Associazione Movimento 5 Stelle Sicilia che ha finanziato il progetto – è il giusto riconoscimento a questi giovani non solo per i risultati raggiunti in campo sportivo ma anche per l’esempio che trasmettono a chi non trova la giusta motivazione per reagire alle tante difficoltà che si possono presentare nella vita di ognuno di noi. Da quando siamo all’Ars, grazie al taglio dei nostri stipendi, abbiamo restituito ai siciliani oltre sei milioni di euro. Se questa nostra pratica fosse condivisa anche da altri politici, da sempre molto abili a parlare ma poco concreti nei fatti, sicuramente oggi si potrebbe fare di più e andare incontro ad un mondo migliore”.

Lo sport – afferma il deputato Giampiero Trizzino, che ha tenuto i contatti tra Panathlon e gruppo parlamentare – non ha limiti. E non li pone, a nessuno. Lo sport è di tutti e per tutti. È qualcosa che va oltre la semplice attività fisica e questa mattina lo hanno dimostrato i nostri atleti premiati. Per noi è un grandissimo privilegio poter dare una mano a questi giovani che, come dice il titolo della manifestazione, sono campioni nello sport ma, soprattutto eroi nella vita di tutti i giorni”.

Roberto Pregadio: “Speriamo che questa manifestazione sia il segno di una ripresa definitiva di tutte le attività. Noi panatleti dobbiamo, ancora una volta, ringraziare i parlamentari del Movimento 5 Stelle, che hanno voluto confermare la loro vicinanza al mondo paralimpico, il CUS Palermo che ci ha messo a disposizione le strutture per organizzare la manifestazione, il C.I.P. Sicilia che ha fatto da tramite con le federazioni, le ASD e gli atleti, al fine di promuovere le adesioni e le richieste. A tal proposito, in questa edizione abbiamo avuto ben 172 istanze, un segno inequivocabile di quanto sia apprezzata l’iniziativa e di quanti giovani e meno giovani desiderano praticare le varie discipline sportive”.

Roberta Cascio: “Anche questa volta vengono premiati atleti per i risultati ottenuti ed altri per aiutarli nel percorso sportivo, sia per gli allenamenti che per le trasferte. Il Panathlon Sicilia, molto vicino allo sport paralimpico, non può che ringraziare ancora per questa opportunità che gli onorevoli del M5S dell’ ARS stanno dando agli atleti paralimpici siciliani”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin