15 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.31

“Attraverso le culture”, i ragazzi del Malaspina alla scoperta della Costa d’Avorio

13 Giugno 2019

Un appuntamento con la cultura ivoriana, alla scoperta della storia e delle opportunità del Paese africano, con racconti, immagini e cibi della tradizione. È stato questo il senso dell’incontro con la Costa d’Avorio, che si è svolto all’Istituto Penale per i Minorenni di Palermo nell’ambito del progetto“Attraverso le culture: a scuola con i consoli”, l’iniziativa promossa dal Malaspina, in collaborazione con il Centro Diurno e con il coinvolgimento del Corpo Consolare di Palermo, destinata ai ragazzi ospiti delle due strutture (Istituto penale e Centro diurno).

All’incontro erano presenti, fra gli altri, il direttore del Malaspina Clara Pangaro, il console onorario della Costa d’Avorio Ferdinando Veneziani, Isabella Russo, referente per le attività connesse all’area “Diritti e interculturalità” per l’Istituto Penale per Minorenni di Palermo e Danuta Jadwiga Grzywnowicz della Consulta delle culture.

Il console onorario Ferdinando Veneziani, in particolare, ha parlato ai ragazzi dello sviluppo del Paese africano, sottolineando le opportunità lavorative che in Costa d’Avorio vi sono anche per chi arriva dall’Occidente. Ha, inoltre, illustrato la figura di Félix Houphouët-Boigny, padre della patria e primo presidente della Costa d’Avorio dal 1960 fino al 1993. Grazie alle doti diplomatiche e politiche di Félix Houphouët-Boigny, la Costa d’Avorio ha vissuto un periodo di forte sviluppo economico, fino a diventare, negli anni della sua presidenza, la prima economia africana.

Inoltre, è stato anche proiettato un video con alcune immagini di Assinie, nota località turistica della Costa d’Avorio, molto apprezzata in tutto il mondo.

Spazio, quindi, a un momento gastronomico, con i piatti tipici della tradizione del Paese africano realizzati grazie alla chef ivoriana Francesca.

“Abbiamo parlato di storia e di tradizioni – ha sottolineato il console Ferdinando Veneziani – ma anche di lavoro per chi arriva dall’occidente, con diverse opportunità in diversi settori. Quindi abbiamo sognato guardando le suggestive immagini di Assinie realizzate grazie a un drone e gustato alcune pietanze tradizionali. È stato un bellissimo momento di incontro, per far scoprire un Paese come la Costa d’Avorio, ancora poco conosciuto”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.