Aumentano le imprese in Sicilia, sono quasi 500.000 :ilSicilia.it

Le statistiche di Unioncamere

Aumentano le imprese in Sicilia, sono quasi 500 mila

di
29 Gennaio 2019

Lievi segnali di ripresa per l’economia siciliana. Nel 2018 nella regione si è registrata una crescita, seppure in modo esiguo, delle imprese presenti sul territorio. Sono aumentate, infatti, le iscrizioni nei registri delle Camere di Commercio, che hanno raggiunto quota 25.820, mentre le cessazioni sono state 22.527, con un saldo positivo di 3.293 imprese nell’arco dell’anno.

Insomma, buone notizie sul fronte della crescita, con le imprese che al 31 dicembre del 2018 aumentano per un totale di 464.784 unità, confermando un tasso di crescita positivo di 0,71%, rispetto al 2017, quando erano 462.625. Il tasso di crescita nazionale è stato stimato dello 0,52%: la Sicilia quindi si è collocata al di sopra delle stime.

I dati sono stati resi noti da Unioncamere Sicilia. “Segnali seppur di poco ma positivi – ha commentato il presidente Giuseppe Paceanche nel corso del 2018 la Sicilia continua a mantenere vivo il proprio tessuto imprenditoriale, composto principalmente da piccole e medie imprese“.

Anche a guardare il dato disgregato per ognuna delle province siciliane si registra il segno + davanti a tutte e nove. L’andamento è positivo in termini sia di valori assoluti sia in riferimento al tasso di crescita. Da questo punto di vista, i progressi migliori si registrano a Messina, con un +1,08%, seguita da Siracusa +1,06%, Ragusa +0,97%, Trapani +0,81%, ed infine Catania e Enna rispettivamente +0,40% e +0,35%.

Altre annotazioni importanti riguardano la forma giuridica maggiormente preferita dagli imprenditori, che nel 2018 è stata quella delle società di capitali, cresciute del 5,4%. In calo, invece, le società di persone e imprese individuali.

Il sistema delle Camere di Commercio – aggiunge Santa Vaccaro, segretario generale di Unioncamere Sicilia – è in prima fila nel supporto all’imprenditoria del territorio e a favorire la nascita di nuove imprese, offrendo dei servizi sempre più innovativi e di semplificazione della burocrazia, che continua ad essere un freno alla nascita di nuove imprese“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin