Aumenti tariffe Amap a Palermo, Ferrandelli: "Il sindaco riferisca in Aula" :ilSicilia.it
Palermo

L'esponente di "Più Europa" ha presentato un'interrogazione

Aumenti tariffe Amap a Palermo, Ferrandelli: “Il sindaco riferisca in Aula”

di
31 Gennaio 2020

A seguito dell’aumento delle bollette Amap, il leader siciliano di Più Europa Fabrizio Ferrandelli, ha dichiaro che stamane ho depositato una interrogazione urgente per conoscere a fronte di quali provvedimenti del socio unico, Comune di Palermo, l’Amap intende aumentare le tariffe ai cittadini e sopratutto se è legittima la retroattività”.

Nell’interrogazione presentata dal consigliere si legge “i continui aumenti delle tasse comunali stanno peggiorando, sempre più, la già precaria situazione economica in cui sono costretti a vivere migliaia di cittadini, che non percepiscono un adeguato reddito” ed ancora “i servizi offerti dall’Amap sono stati piuttosto scadenti, vedi le continue interruzioni della fornitura idrica in diverse parti della città

Ho depositato, inoltre, – continua Ferrandelli – una richiesta di convocazione urgente al presidente del Consiglio comunale per affrontare la questione in Aula”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.