Aumento tasse e blocco delle opere pubbliche, Cgil, Cisl e Uil: "Serve un decreto salva-Palermo" :ilSicilia.it
Palermo

l'appello dei sindacati alle forze politiche

Aumento tasse e blocco delle opere pubbliche, Cgil, Cisl e Uil: “Serve un decreto salva-Palermo”

di
27 Luglio 2021

Lettera-appello dei segretari di Cgil, Cisl, Uil Palermo al sindaco di Palermo, al presidente del consiglio comunale, alle forze politiche, ai gruppi in Consiglio comunale, per chiedere “di mettere al centro gli interessi generali della città” contro la prospettiva di un futuro incerto per Palermo.

Un richiamo all’esercizio della responsabilità,  con la preoccupazione forte espressa da Cgil, Cisl e Uil che tra tagli ai servizi, aumento delle tasse e blocco delle opere pubbliche,  su Palermo e sulla sua estensione metropolitana possa abbattersi la minaccia di uno  “tsunami” che uccida la ripresa e interrompa la ripartenza.

Il segretario generale Cgil Palermo Mario Ridulfo, il segretario generale Cisl Palermo Trapani Leonardo La Piana e per la Uil Palermo Ignazio Baudo consegneranno simbolicamente il documento agli amministratori della città nei giorni in cui si riunirà il consiglio comunale per approvare la manovra finanziaria.

“Adesso – è l’invito contenuto nella lettera – è il tempo delle decisioni e della responsabilità, non c’è campagna elettorale che giustifichi il ‘tanto peggio, tanto meglio’. Ognuno si assuma questa responsabilità e la eserciti”.

Ridulfo, La Piana e Baudo valutano inoltre positivamente l’annuncio del ministro degli Interni Luciana Lamorgese  di convocare un tavolo tecnico sulla crisi di Palermo e dei comuni siciliani e chiedono anche per la nostra città un decreto “Salva-Palermo” (come il recente “Salva Napoli”) per sbloccare le risorse – specie quelle su spese sociali e investimenti – che il Comune è costretto ad accantonare per le norme legate al Patto di Stabilità.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin