19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.56
Autore

Maurizio Zoppi

Le parole del presidente dell'Ars

di Maurizio Zoppi

Miccichè parla da demiurgo del governo regionale: “Nessuna crisi, solo cambio di assessori”

"Non esiste nessuna crisi di Governo". Queste le parole del presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè durante la cerimonia in onore all'ex assessore Sebastiano Tusa morto tragicamente a seguito di un incidente aereo. "Ieri è accaduta una cosa non ottima, c'è qualcuno che a mio avviso giustamente si è arrabbiato con qualcun altro". Continua Miccichè.
L'incarico le era stato affidato i primi di giugno

di Maurizio Zoppi

Foss, ancora polemiche sulla revoca di Ester Bonafede. Silenzio da Musumeci

Ester Bonafede attraverso un documento spiega in modo dettagliato, le sue ragioni per cui la nomina è legittima. A seguito di una lunga riunione del cda, la sua nomina è stata annullata per “conflitti di interesse” nei confronti della Fondazione. E' uscito al momento del voto, invece, il consigliere Marco Intravaia,  fedelissimo di Musumeci, che prima era stato nominato vice presidente.
Oggi il cda convocato dal presidente

di Maurizio Zoppi

Foss, è scontro politico: “voltafaccia” di Santoro ed esposto contro la vecchia gestione

L’orchestra sinfonica siciliana in queste ore pare che suoni politica piuttosto che note musicali. Il presidente del Cda, Stefano Santoro, ha convocato per oggi pomeriggio il Consiglio per la revoca della nomina del nuovo sovrintendente Ester Bonafede. Nel frattempo, l’ex commissario ad acta Giovanni Riggio ha inviato alla Corte dei Conti una relazione di dieci pagine che getta anomalie sulla vecchia gestione Foss
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.