23 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.06
Messina

chiesta la chiusura del Cas

Autostrade, CittadinanzAttiva: “A18 e A20 sono un attentato alla sicurezza dei trasporti”

5 Febbraio 2019

CittadinanzAttiva denuncia la grave situazione dell’autostrada A18 Messina-Catania, acuita in queste ore dal forte maltempo che ha creato ulteriori disagi, tra buche e rattoppi, e con la chiusura da lunedì sera sino a oggi pomeriggio del tratto tra Giardini e Roccalumera. Per questo esplode la protesta e CittadinanzAttiva chiede la chiusura del Consorzio Autostrade Siciliane. 

“Avrà luogo a Messina mercoledì 6 febbraio, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca – fa sapere CittadinanzAttiva -, un incontro organizzato da CittadinanzAttiva Sicilia e coordinato da Domenico Interdonato, per dare voce a tutti coloro, cittadini, lavoratori, comitati spontanei, che vogliono dire basta allo stato di abbandono in cui versano le autostrade A18 e A20, gestite dal Cas che agisce in aperta violazione dell’art. 14, lett. (g dello Statuto Speciale siciliano e che ha costretto Messina, unica città del Sud Europa, a pagare un conto salatissimo, con morti, feriti e danni economici”.

“CittadinanzAttiva propone – continua la nota – l’immediata chiusura del Cas, con passaggio delle competenze all’Anas e la temporanea trasformazione delle A18 e A20 in strade statali, con i conseguenti limiti di velocità, in attesa del ripristino di un minimo di condizioni di sicurezza. Le conclusioni dell’incontro saranno notificate, da CittadinanzAttiva e da una delegazione dei presenti, al Presidente della Regione, al Sindaco della Città Metropolitana, al prefetto, alla deputazione nazionale e regionale, al Consiglio comunale di Messina”.

Tag: