Avaria al depuratore di Giardini Naxos, nuova tegola sul G7 :ilSicilia.it
Messina

Avaria alle porte della stagione turistica e a sole tre settimane dal G7

Avaria al depuratore di Giardini Naxos con blocco improvviso degli impianti, nuova tegola sul G7

di
3 Maggio 2017

“Avaria soffiante”, è in gergo tecnico il fenomeno di blocco improvviso degli impianti di depurazione dei Comuni di Taormina, Giardini, Letojanni e Castelmola che si è verificato nelle scorse ore nell’impianto di contrada Pietre Nere, sede del Consorzio Rete Fognante a Giardini Naxos.

Dopo un inverno trascorso con l’angoscia delle possibile inondazioni dell’impianto da parte delle acque dell’Alcantara, stavolta un altro problema inatteso e preoccupante si è verificato alle porte della stagione turistica e a sole tre settimane dal G7.

Depuratore Giardini Naxos

“Gli operai in forza presso il depuratore – spiega il direttore d’esercizio del Consorzio, l’ingegner Daniele Manganaro hanno verificato l’avaria della soffiante a servizio della linea n. 3 della sezione biologica e tale avaria ha causato per circa 8 ore l’assenza di apporto di ossigeno alla sezione di nitrificazione-ossidazione della sezione di processo. Pertanto, per tale periodo, il reattore non ha funzionato correttamente, non garantendo quindi la completa depurazione del liquame trattato. La soffiante, una volta riparata, è stata poi rimessa in esercizio. Inoltre è necessario fare presente che la linea n. 1 della sezione biologica, in manutenzione ormai da parecchi mesi risulta attualmente in stand by, diminuendo le capacità depurative dell’impianto del 33% e quindi risulta necessario soprattutto con l’avvento della stagione estiva, riattivarla nel minor tempo possibile”.

Ciò – aggiunge l’ingegnere Manganaro – è fondamentale per la deconcentrazione dei fanghi presenti nei sedimentatori n.2, 3, 4. E per la diminuzione del 25% della velocità ascensionale del liquame nei sedimentatori, al fine di evitare possibili tracimazioni di fango misto a liquame depurato nelle canalette dei sedimentatori stessi”.

Il Consorzio della Rete Fognante di Giardini Naxos, che interessa anche i Comuni di Taormina, Letojanni e Castelmola da tempo ormai è in pressing sui quattro Comuni per ottenere con una maggiore puntualità i pagamenti delle cifre che spettano mensilmente all’ente per la depurazione e i ritardi che si sono verificati hanno portato il Consorzio ad accumulare un debito di circa 2 milioni 800 mila euro, il cui eco negativo si riflette poi sui mancati pagamenti ai fornitori.

E a preoccupare è soprattutto la situazione di arretrati in atto verso Enel e verso l’impresa che si occupa dello smaltimento dei fanghi. In prossimità del G7, insomma, se non è emergenza poco ci manca.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro