Avvelenamento da monossido di carbonio: giovane finisce in ospedale nel Palermitano :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Avvelenamento da monossido di carbonio: giovane finisce in ospedale nel Palermitano

di
20 Giugno 2021

Un giovane di 33 anni del Bangladesh è stato ricoverato in rianimazione all’ospedale di Partinico per avvelenamento da monossido di carbonio.

Il giovane si trovava in un camper a Piano Battaglia nella zona montana del palermitano. Era arrivato ieri insieme ad un uomo per il quale lavorava come collaboratore domestico. Il 33enne era rimasto a dormire in camper. Per ricaricare il cellulare ha acceso il gruppo elettrogeno del mezzo.

Ma qualcosa è andato storto ed è rimasto intossicato mentre dormiva. A scoprire il giovane svenuto è stato il datore di lavoro che lo ha accompagnato prima all’ospedale di Petralia Sottana dove è arrivato in coma. Da qui in elisoccorso è stato portato a Partinico per essere sottoposto a trattamenti in camera iperbarica.

“Le condizioni del paziente sono molto gravi – dice Calogero Agrò dirigente della rianimazione e delle camere iperbariche per l’Asp di Palermo – Un primo trattamento è stato eseguito. Nelle prossime ore sarà sottoposto ad un secondo trattamento, ma la prognosi resta riservata”.

Il trattamento nella camera iperbarica a Partinico è stato gestito dagli anestesisti-rianimatori Francesca Timpone e Giovanni D’Agostino, dall’infermiera, Anna Romano, e dai tecnici iperbarici, Daniele Lunetto e Gino Lunetto. Il servizio di camera iperbarica di Partinico – attualmente struttura di riferimento nella Sicilia occidentale per le emergenze opera all’interno della Uoc di Anestesia e Rianimazione diretta da Sandro Tomasello. Il paziente al termine del trattamento è stato trasferito nel reparto di Terapia Intensiva “no-covid” dello stesso Ospedale di Partinico.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin