Avviato all'Ars l'iter per il taglio dei vitalizi agli ex deputati, ma incombe lo spettro ricorsi | ilSicilia.it :ilSicilia.it

La riforma fra luci e ombre

Avviato all’Ars l’iter per il taglio dei vitalizi agli ex deputati, ma incombe lo spettro ricorsi

di
14 Novembre 2018

L’Ars ha avviato la discussione sulla proposta del M5S di taglio dei vitalizi degli ex deputati, ma l’ufficio di presidenza ha preso tempo per andare avanti sul punto. In consiglio di Presidenza, infatti, sono state sollevate diverse perplessità, non ultima quella relativa ad un eventuale profilo di responsabilità personale per chi voterà la norma.

Un altro dubbio è quello relativo al risparmio finale. Secondo i grillini, dai conteggi degli uffici dell’Ars emergerebbe che il risparmio che deriverebbe da un sì al taglio dei vitalizi sarebbe di circa 8-9 milioni di euro.

Ma non è tutto oro quel che luccica, perchè se è vero che i tagli potrebbero ridurre del 60 per cento gli assegni erogati a chi oggi ne beneficia, i rischi sono che alla fine, alle casse pubbliche questa riforma possa costare di più di quanto sarà il risparmio effettivo.  E questo per i rischi dei probabili ricorsi, che non soltanto potrebbero interrompere la procedura relativa ai tagli, ma costare alle casse pubbliche non pochi quattrini in materia di spese legali ed eventuali risarcimenti danni, visto che l’associazione degli ex parlamentari ha già annunciato battaglia.

“Entro l’anno – affermano i grillini  – scriveremo la parola fine sulla vicenda con la votazione finale. Vedremo se qui si vorrà essere protagonisti della storia o se si vorrà subire la storia e si sarà costretti a tagliare i vitalizi per evitare la sforbiciata statale sui trasferimenti alle regioni”. Intanto, l’Ars studia possibili vie di uscita.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.