"Baby pride", Varchi (Fratelli d'Italia): "Vogliono privare i bimbi dell'identità sessuale" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

interrogazione della parlamentare nazionale

“Baby pride”, Varchi (Fratelli d’Italia): “Vogliono privare i bimbi dell’identità sessuale”

4 Luglio 2019

“Bambini e bambine in tenera età al “Baby pride”, organizzato nella sede Cgil, tra il 26 e il 29 giugno nell’ambito della manifestazioni “Catania Pride 2019” con foto pubblicate sui canali social, in cui si vedono in compagnia di uomini travestiti da donne, “drag queen”, che avrebbero raccontato alcune favole contro stereotipi non meglio precisati”.

La denuncia arriva dal deputato nazionale di Fratelli d’Italia Carolina Varchi che per quanto accaduto ha presentato una interrogazione a risposta scritta al presidente del consiglio Giuseppe Conte al ministro per la Famiglia Lorenzo Fontana.

“Eventi del genere – scrive Carolina Varchi – si inseriscono nel solco dell’ideologia gender che vorrebbe privare i bambini e le bambine di identità e personalità per dimostrare l’interscambiabilità sessuale. Non è dato sapere quali favole siano state raccontate ai piccoli ed inconsapevoli ospiti della sede del sindacato Cgil. Ritengo che i bambini vadano tenuti fuori dalle battaglie ideologiche pertanto desidero sapere se il Governo sia a conoscenza di questo episodio che considero grave e quali iniziative intenda adottare a tutela dell’infanzia e della educazione equilibrata dei bambini”, conclude Varchi.

LEGGI ANCHE:

Gay Pride Catania: “Inaccettabile che drag queen leggano fiabe ai bambini”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.