Bagarre in Consiglio Comunale, Ferrandelli: "Palermo sta affondando come il Titanic" :ilSicilia.it
Palermo

duro scontro in aula

Bagarre in Consiglio Comunale, Ferrandelli: “Palermo sta affondando come il Titanic”

di
24 Dicembre 2019

“Si conclude con l’abbandono dell’aula da parte dei consiglieri di maggioranza e con la permanenza dei consiglieri di opposizione, che consentono di votare una presa d’atto di adempimento alla legge, la seduta della vigilia di Natale a palazzo delle Aquile”.

Dura l’invettiva da parte del leader di più EuropaFabrizio Ferrandelli – oggi in aula per contestare la mancata raccolta dei rifiuti, le politiche della mobilità cittadina e più in generale l’assenza di gestione dell’intera città.

Ferrandelli non fa mistero di avere informazioni molto dettagliate circa una delibera che l’assessore Catania vorrebbe far votare oggi in Giunta e che prevederebbe, in sfregio alle decisioni del Consiglio, nuovamente l’istituzione della ZTL nei weekend e H24. 

fabrizio-ferrandelliEd è li che lo scontro diventa incandescente e l’invettiva si inasprisce: “La città è fuori controllo, la Giunta non è mai presente, siamo fuori tempo per l’approvazione del bilancio consolidato che mette in sicurezza i conti e consente la stabilizzazione degli ultimi dipendenti precari in carico al Comune di Palermo e di poter dare alcune certezze sui conti. Una situazione quella odierna che suscita imbarazzo, evidentemente, anche ai consiglieri della maggioranza che di lì a poco abbandonano i lavori d’aula. 

Ferrandelli trova in aula anche il sostegno del Presidente del Consiglio Comunale Salvatore Orlando che si schiera a difesa delle prerogative del consiglio. Non si placa però Ferrandelli che sostiene che “come nel Titanic, mentre la banda continua far festa e alcuni passeggeri a ballare, c’è chi come lui grida per l’imminente pericolo tentando di evitare che Palermo affondi del tutto”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin