Bagheria. Lo Galbo: "Cinque rassegni subito le dimissioni" :ilSicilia.it
Palermo

Per il vicepresidente del consiglio comunale "la situazione è grave"

Bagheria. Lo Galbo: “Cinque rassegni subito le dimissioni”

27 Febbraio 2018

Il vicepresidente del consiglio comunale di Bagheria, Maurizio Lo Galbo (Nci-Udc),  invoca le dimissioni del sindaco Patrizio Cinque, rinviato a giudizio dalla Procura di Termini Imerese con l’accusa di turbativa d’asta  falso, abuso d’ufficio, rivelazione di segreto d’ufficio e omissione di atti d’ufficio.

“Il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, abbia un sussulto di dignità – dice – e dia subito le dimissioni. Di motivi per farlo ce ne sono tantissimi anche se noi siamo sempre e comunque garantisti: amministrazione a dir poco fallimentare, una situazione giudiziaria imbarazzante, la cacciata dal Movimento 5 Stelle.

Il candidato premier Luigi Di Maio lo ha pure sconfessato pubblicamente e non lo considera più un sindaco pentastellato”. Secondo Lo Galbo ” la situazione politica che si è venuta a creare con il rinvio a giudizio del primo cittadino grillino è grave.

Comprendiamo bene le ragioni vere della defenestrazione di Cinque a pochi giorni dal voto per il rinnovo del Parlamento – aggiunge – con l’esigenza del M5S di apparire immacolato ma pensiamo che Bagheria e i bagheresi meritino maggiore rispetto e considerazione. 

Per questo crediamo che gli elettori debbano riflettere bene su cioò che significherebbe affidare il governo del Paese a un personale politico che ogni giorno dà dimostrazioni di qualunquismo e di incompetenza”. 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.