14 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.15
Messina

di fronte il Castello di Schisò

Baia di Naxos, spunta un capannone industriale: Legambiente fa ricorso al Tar

4 Gennaio 2019

Legambiente Sicilia ha presentato ricorso al Tar per la sospensione dei lavori  di un capannone industriale per la vendita e rimessaggio di barche proprio al centro della baia di Naxos Taormina, sulla spiaggia di fronte il Castello di Schisò, il magnifico monumento, sottoposto a vincolo storico-artistico nel 1988, recentemente acquisito al demanio dal Parco Archeologico di Naxos Taormina per divenire la sede del suo Museo Archeologico regionale e del polo culturale del comprensorio.

I lavori per la realizzazione del fabbricato sono stati autorizzati dalla Soprintendenza, malgrado si trovi a meno di 100 metri dall’ingresso del Parco Archeologico.

Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia
Gianfranco Zanna

Nei giorni scorsi la polizia municipale di Giardini Naxos ha bloccato il cantiere. In un documento, il Dipartimento regionali dei Beni culturali ha chiesto l’intervento della Soprintendenza, sia per il ricorso al Tar, sia per il mancato rispetto del limite dei 150 metri e perché è necessario, per l’esecuzione dei lavori, la presenza di un archeologo.

“Ma la ditta Pontile Walter – sottolinea Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia – ha continuato impunemente a lavorare, anche durante queste festività per terminare il prima possibile, nella più completa illegalità. Ennesima vergogna perpetrata ai danni di una delle baie più belle del mondo e che noi impediremo”.  

 

LEGGI ANCHE:

Legambiente: “Abbattiamo l’ecomostro abusivo di Aspra acquistato dai Cinquestelle”

Castello di Schisò, operazione culturale o danno erariale?

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.