Bambini investiti dal suv a Vittoria: morto anche il piccolo Simone :ilSicilia.it
Ragusa

dopo l'incidente gli erano state amputate le gambe

Bambini investiti dal suv a Vittoria: morto anche il piccolo Simone

14 Luglio 2019

Non ce l’ha fatta Simone, il cuginetto di Alessio, falciato dal suv a Vittoria, in provincia di Ragusa. Il bambino è morto oggi. A comunicare il decesso è stato commissario di Vittoria, Filippo Dispenza. Al bimbo erano state amputate le gambe e i medici avevano tentato di tutto per salvarlo, ma le sue condizioni erano apparse subito gravissime.

Alla guida Rosario Greco, il pregiudicato per reati di mafia che conduceva l’auto sotto l’effetto di alcol e cocaina.

IL FUNERALE

Intanto una città intera in lacrime ha reso omaggio oggi al piccolo Alessio. La Chiesa di San Giovanni era stracolma di gente, più di tremila persone almeno, famiglie intere che hanno voluto testimoniare vicinanza e affetto alla famiglia del piccolo Alessio ma anche la risposta civile di una città alle scorribande di criminali che hanno spento la vita di un ragazzino di 11 anni.

A celebrare la messa il vescovo di Ragusa Carmelo Cuttitta che ha ricordato l’insegnamento che la morte di Alessio potrà dare. “Oggi Alessio è con noi – ha detto il Vescovo – e lo sarà sempre. Il suo sacrificio non resti vano“.

LEGGI ANCHE:

Tragedia nel Ragusano: auto falcia due bambini, arrestato guidatore

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.