Bancarotta, sequestrata una società a Gela: 7 indagati e un arresto :ilSicilia.it
Caltanissetta

SEQUESTRO PREVENTIVO ANCHE DI UN'ALTRA SOCIETÀ

Bancarotta, sequestrata una società a Gela: 7 indagati e un arresto

di
8 Aprile 2021

Militari della guardia di finanza di Gela e del nucleo di Polizia economico finanziaria di Caltanissetta nell’ambito di indagini su reati fallimentari hanno arrestato un imprenditore ed eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di altri sette indagati.

Sono accusati, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta, falso in attestazioni e relazioni e autoriciclaggio. Nell’ambito della stessa operazione è in corso il sequestro preventivo di una società con sede operativa a Gela e altri beni il cui valore complessivo è stimato dagli investigatori in circa 3 milioni di euro. Le indagini delle Fiamme gialle sono state coordinate dalla Procura di Gela.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin