Bankitalia conferma: la Sicilia è in crescita :ilSicilia.it

Segnali positivi in tutto il Meridione dopo sette anni di crisi

Bankitalia conferma: la Sicilia è in crescita

di
21 Dicembre 2016

Bankitalia vede la Sicilia in crescita. E tra i fattori che hanno contribuito a migliorare il “fatturato” della nostra isola c’è anche l’incremento del turismo, conseguenza diretta – secondo l’analisi della banca centrale – il rischio “terrorismo” nei paesi del Nord Africa. Confermata l’estensione anche al Mezzogiorno, già dal 2015, di un’intonazione positiva della dinamica del Pil dai dati Istat, da poco rilasciati a livello regionale. Il ritorno alla crescita nelle regioni meridionali, pur se su ritmi in assoluto contenuti (1,1%), è intervenuto dopo 7 anni consecutivi di calo ed è stato lievemente superiore a quello del Nord (0,8); al Centro la crescita è stata inferiore (0,3).

Questi alcuni dati contenuti nel documento di Bankitalia “L’Economia delle regioni italiane”. Sui risultati del 2015 hanno influito alcuni eventi specifici: il migliore andamento dei consumi delle famiglie rispetto alle esportazioni; il vantaggio per le destinazioni turistiche del Mezzogiorno connesso con le turbolenze politiche sulla costa meridionale del Mediterraneo; il maggiore contributo della spesa per investimenti pubblici derivante dalla necessità di completare i molti programmi a valere sui fondi comunitari stanziati per il periodo 2007-2013; la buona annata delle produzioni agricole, il cui peso sul valore aggiunto è più elevato nel Mezzogiorno rispetto alla media nazionale. Nel 2015 tutte le regioni meridionali, a eccezione di Campania e Sardegna, hanno registrato incrementi sul prodotto superiori alla media nazionale. La ripresa è stata più sostenuta in Abruzzo, Sicilia e in particolare in Basilicata, dove ha influito la forte esportazione di autoveicoli. Campania e Puglia avevano interrotto il calo del prodotto già nel 2014; di queste, solo la Puglia ha registrato un’espansione nel 2015, mentre la Campania ha mostrato una sostanziale stazionarietà del Pil. In Sardegna non sono emersi ancora segnali di ripresa.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin