Bar del centro di Biancavilla usato come base di spaccio per cocaina: arresati due uomini :ilSicilia.it
Catania

Il fatto

Bar del centro di Biancavilla usato come base di spaccio per cocaina: arresati due uomini

di
19 Aprile 2021

Gli Agenti del Commissariato di Adrano(CT) hanno arrestato due uomini di quel centro, responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti.

Da qualche tempo, gli operatori della Polizia di Stato sospettavano che nel territorio di Biancavilla potesse esercitarsi l‘attività di spaccio di cocaina; inoltre, il sospetto era che tale illecita attività potesse svolgersi all’interno di un esercizio pubblico. Dopo minuziose ricerche e attente attività di appostamento e osservazione, il punto di smercio dello stupefacente è stato individuato in un bar del centro.

Qui gli operatori di polizia notavano che alcuni avventori, conosciuti dagli stessi poliziotti come assuntori abituali di stupefacenti, entravano all’interno del bar, ordinavano un caffè e, oltre alla bevanda, ottenevano una dose di cocaina, in cambio di una banconota da venti euro. Lo scambio avveniva presso il bancone dello stesso bar.

L’attività di osservazione permetteva anche di appurare come il proprietario del bar, vista la mole di attività illecita posta in essere, venisse rifornito di sostanza stupefacente a cura di una persona del luogo la quale si premurava di consegnare la cocaina al titolare dell’esercizio.

Avvedutisi di tutto, ciò gli agenti decidevano di intervenire per interrompere l’illecito commercio.

Alla vista dei poliziotti, il rifornitore dello stupefacente, un pregiudicato di 29 anni, tentava di sottrarsi alla cattura fuggendo a bordo del motociclo con il quale era giunto sul posto, ma veniva prontamente inseguito, raggiunto e bloccato.

Il titolare del bar, anch’egli con precedenti di polizia, non opponeva alcuna resistenza. Gli agenti rinvenivano, accanto al registratore di cassa, un involucro di plastica trasparente contenente trenta dosi di cocaina; Poco più in là veniva anche ritrovato un involucro con dentro altre nove dosi di cocaina.

Ma l’attività di spaccio del bar non si limitava esclusivamente alle droghe pesanti. Gli agenti, infatti, proseguendo nella perquisizione, rinvenivano, celata sotto il bancone, una busta di plastica contenente marijuana pronta per essere immessa sul mercato. Infine, all’interno di uno scatolone, riposto anch’esso sotto il bancone, rinvenivano una somma di denaro, pari a duecentodieci euro, costituente il provento dell’attività di spaccio.

I due uomini venivano condotti presso gli Uffici del Commissariato in stato di arresto per le attività di foto segnalamento.

Su disposizione del P.M. di turno, i due uomini sono stati posti in un primo momento agli arresti domiciliari e, successivamente, liberati poiché nei loro confronti non è stata richiesta l’applicazione di alcuna misura coercitiva.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Ferranti