24 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.12
Palermo

Al via la settimana antiproibizionista del noto locale cittadino

Bar Garibaldi: “Spinello gratis a chi acquista un cocktail”

20 Giugno 2017

Il bar Garibaldi di via Alessandro Paternostro 46, noto per i suoi sempre particolari e mai banali eventi, torna a far parlare di sé e lancia un nuovo evento destinato a creare scalpore in città.

Da venerdì 23 a giovedì 30 giugno si terranno degli incontri di approfondimento sul tema della legalizzazione e soprattutto, il bar offrirà uno spinello a tutti coloro – si legge – “che vorranno provare il nostro cocktail verde”.

La questione, affrontata provocatoriamente dai due proprietari Davide Ficarra e Annibale Cangemi, riguarda le politiche di liberalizzazione delle droghe leggere e quindi il consumo di canapa e derivati. Per questa ragione nasce la settimana antiproibizionista del Bar Garibaldi.


Son passati quasi venti anni dalla prima joint parade tenutasi a Palermo nel 1999, – spiega Davide Ficarra uno dei fondatori del famoso bar del centro storico – venti anni in cui al moltiplicarsi delle pratiche di liberazione con un boom delle autoproduzioni, solo a Palermo ci sono almeno 5 growshop specializzati nella vendita di semi, ad un’affermarsi di una cultura libertaria attorno al consumo di canapa e derivati, la maggioranza della popolazione è favorevole alla legalizzazione, allo sdoganamento dell’uso farmaceutico della canapa anche se ancora a prezzi proibitivi, alla legalizzazione in Colorado, Uruguay ed adesso in Canada, governo ed istituzioni italiane sono rimaste quasi del tutto sorde“.

Un’iniziativa provocatoria, specificano i due, per riaccendere dibattito ed attenzione attorno ad un tema che riguarda milioni di persone nel nostro Paese e decine di migliaia nella nostra città. Gli spinelli omaggiati saranno di canapa legale (senza thc, ndr).

Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.